Omaggio a Rino Gaetano, Gianni Mauro: “Resterà vivo in me fino al resto dei miei giorni”

di Gianni Mauro

Potrei dire o scrivere che oggi 29 ottobre 2020, Il geniale artista Rino Gaetano “Avrebbe compiuto 70 anni”. Invece no, con ferma convinzione, io dico e scrivo che il geniale artista Rino Gaetano “compie 70 anni”. Questo perché Rino non morirà mai! Resterà, al contrario, “vivo per sempre” nel patrimonio delle sue meravigliose e profonde canzoni che non hanno tempo. Rino sarà “vivo per sempre” nella sua nobiltà d’animo, nella sua estrema sensibilità, nel suo senso di solidarietà, nella sua semplicità di Giovane-Uomo umile, delicato, generoso, altruista. Conobbi Rino nel 1976, quando firmai, come cantautore, un contratto con la RCA ITALIANA, la sua stessa scuderia discografica. Io stavo agli inizi del mio percorso,(avrei pubblicato quell’anno il 45 giri “Lunedì” che, dopo poco Gabriella Ferri, in una sua straordinaria reinterpretazione, portò al successo) mentre Rino aveva già pubblicato alcune canzoni che avevano scalato le classifiche(Berta Filava, Il cielo è sempre più blu). Incominciammo a incontrarci e a sorriderci con simpatia al bar della RCA, punto d’incontro quotidiano di tutti gli artisti dell’etichetta (De Gregori, Venditti, Battisti…). Conoscendoci meglio scoprimmo di avere comuni affinità letterarie, Ionesco, Karl Valentin, Majakovskij. Da allora la nostra amicizia diventò più forte grazie a una evidente empatia che collegava le nostre essenze interiori. Quando nel 1977 la casa discografica propose a Rino di partecipare a Sanremo 1978, lui mi comunicò che in qualche modo mi avrebbe coinvolto. Infatti quando decise di portare a quel Sanremo un quartetto di “coristi demenziali” portò me, che per lui rappresentavo(per il mio stravagante abbigliamento) “Un simpatico clochard”, Angelo perché somigliava vagamente a Ninetto Davoli e due bellissime ragazze molto colorate e “fricchettone”, Monica e Angiolina (Facevamo parte del “Laboratorio Pandemonium”). Il successo a Sanremo della canzone “Gianna” fu travolgente. Quindi Rino ci portò in giro con lui, ospiti di numerosi programmi di successo all’epoca(Disco Ring, Teen etc.). Rimanemmo legati da grande stima e affetto per gli anni successivi, finché un giorno, un terribile giorno del 2 giugno 1981… Rino resterà vivo in me fino al resto dei miei giorni! Buon Compleanno, Amico Mio!

Rispondi