Nocera: caos all’Umberto I. Numerosi positivi nel PS, stop all’arrivo delle ambulanze.

Il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore è al collasso dopo la presenza di soggetti positivi al Covid-19. Gravità della situazione che ha portato alla decisione di bloccare momentaneamente l’invio di ulteriori ambulanze, almeno fino a nuove disposizioni. All’interno del PS vi sono:1 positivo, che necessita di ventilazione assistita, si trova in queste ore nella shock room; in isolamento, due si trovano nei container del pre-triage covid. Medici, infermieri ed oss senza sosta, continuano a prestare soccorso pure ai casi sospetti che sono in attesa nelle ambulanze, oltre che ai pazienti all’interno giunti per altre patologie. Si lavora H24, sempre sotto la supervisione del direttore sanitario Maurizio D’Ambrosio. Non è facile, la situazione è al collasso. Non arrivano più solo pazienti “ordinari” e casi sospetti, giungerebbero sempre più spesso in ambulanza, anche positivi accertati, essendo pieno anche il pronto soccorso di Scafati. Il personale, senza un attimo di tregua, è alle prese con utenza del salernitano ma anche del napoletano (oggi circa il 40 %), con numeri divenuti insostenibile. La situazione è difficili da gestire se si pensa che alle spalle del pronto soccorso vi è attualmente un ospedale semi operativo: sono infatti ancora chiusi medicina, neurologia, nefrologia e gastroenterologia. Così si è costretti a far sostare in pronto soccorso anche pazienti che necessitano di essere trasferiti in altri ospedali ma che sono in attesa dell’esito del tampone (non verrebbero altrimenti accettati altrove). Satura anche l’area covid interdisciplinare. Ed anche il trasferimento nei covid hospital diventa spesso complicato: tutto pieno. Talvolta vengono gestiti e sottoposti a terapia direttamente dal personale stesso del pronto soccorso, come riporta l’emittente Telenuova.

Rispondi