Usa: “Forza Trump”

di Nicola Arpaia

La politica estera di Trump, fedele alla teoria dell’America first, è basata sulla diplomazia, non è un caso che durante il suo mandato presidenziale non ci siano state nuove guerre. L’attuale presidente americano inoltre guarda con grande interesse all’Italia come contraltare allo strapotere franco-tedesco in Unione europea e, intensificare i rapporti bilaterali con gli Stati Uniti, può rappresentare per l’Italia un freno alle gestione egemonica di Merkel e Macron in Ue. La sua riconferma diventa inoltre fondamentale per il nostro paese per contrastare l’espansione cinese che ci interessa direttamente, in particolare nel caso di infrastrutture strategiche come il porto di Taranto o di Trieste.

Per quanto Trump non rappresenti l’emblema del politico conservatore e negli anni ci abbia abituato a prese di posizione sopra le righe e non convenzionali, ad oggi rappresenta il principale argine al dilagare in Occidente dell’ideologia liberal e globalista con un’Unione europea e i maggiori paesi europei ormai schiavi del politicamente corretto.

Così come la sua vittoria nel 2016 aprì lo scenario a una nuova fase politica, lo stesso potrebbe avvenire in caso di sconfitta di Biden ma, se ciò non dovesse accadere, le conseguenze nei prossimi anni potrebbero essere anche per l’Italia ben più gravi di quanto possiamo immaginare e quanto avvenuto in Libia potrebbe essere solo l’inizio.
Forza Presidente

Rispondi