Cetara: 85 positivi ma la curva sembra essersi fermata

di Cinzia Forcellino

Salgono a quota 85 i risultati positivi al coronavirus nel paese di Cetara. Salgono sì, è vero, ma al contempo, secondo quanto detto dal sindaco Roberto Della Monica, sembra finalmente che la curva si sia stabilizzata.

«Ho avuto tutti gli esiti. Dei 203 tamponi effettuati mercoledì, ancora 13 sono risultati positivi. Il totale sale quindi a 85. Adesso sto più sereno. La curva si è arrestata» ha confermato il primo cittadino.

Sindaco e cittadini, in realtà, stavano aspettando l’esito dei 203 tamponi predisposti nei giorni scorsi con la stessa preoccupazione. La situazione, come è ben nota, nel paese costiero aveva destato tanta preoccupazione per gli abitanti che continuavano a contare i positivi e vedere allargata sempre di più la rete dei possibili nuovi contagi.

Dunque, due le alternative che si potevano palesare: una conta crescente e senza fine dei contagi che avrebbero portato a ulteriori misure restrittive per il paese, che a quel punto avrebbe visto limitata la possibilità di passeggiare (ultima alternativa stando alle parole di Della Monica), oppure la fine di un incubo.

Per fortuna, è stata la seconda possibilità ad aver preso il sopravvento e questo ha rasserenato tutti gli animi, anche perché – come spesso aveva ribadito il primo cittadino – altri divieti sarebbero stati logoranti per i cetaresi, già provati psicologicamente.

Inoltre, nei giorni passati, si stava diffondendo a macchia d’olio la fake news secondo la quale il paese era stato dichiarato ‘zona rossa’, sulla base dei dati che confermavano la gravità della situazione. In merito era intervenuto lo stesso Della Monica spiegando che tutte le disposizioni prese «a malincuore e insieme a tutta l’amministrazione comunale» servivano proprio a evitare che si presentasse tale scenario.

Pertanto, chiarita la situazione che a Cetara negozi, bar, pub e ristoranti fossero stati chiusi per aiutare il contenimento dei contagi e che gli stessi proprietari si erano ritrovati all’unanimità in accordo con il sindaco, Della Monica ha voluto nuovamente tranquillizzare i propri concittadini con la notizia dei primi guariti. Inoltre, «Da lunedì inizieremo a fare i tamponi di verifica alle persone che sono stati trovati positivi circa 20 giorni fa. Sono certo che fra dieci o quindici giorni la situazione sarà tornata normale», ha concluso.

Intanto, sotto richiesta del primo cittadino, la farmacia resterà aperta sia sabato pomeriggio sia domenica mattina al fine di consentire a tutti l’acquisto di medicinali di ogni tipo.

Rispondi