Ricorso al Tar di Italia Nostra Onlus contro il Comune di Capaccio Paestum: “Illegittimo l’abbattimento dell’ex Cinema Myriam”

Italia Nostra scende in campo per una nuova battaglia di tutela. Salvaguardare la bellezza e l’identità del Borgo di Capaccio Paestum, è questo “l’allarme” lanciato dall’associazione guidata da Raffaella Di Leo e soci. “L’Associazione Italia Nostra Onlus ha lo scopo di concorrere alla tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturale della Nazione, nonché e di promuovere azioni per la tutela e la conservazione dei centri storici. L’associazione è sempre al fianco dei cittadini – si legge in una nota – e dei comitati che si preoccupano di difendere il patrimonio culturale, storico ed ambientale del proprio territorio da scempi e devastazioni. Nel caso di Capaccio Paestum, l’azione giudiziaria è finalizzata ad evitare ulteriori compromissioni dei caratteri identitari del Borgo di Capaccio scalo, costituitosi come luogo di aggregazione per tutta la comunità rurale e che testimonia la manifestazione fisica della Riforma Agraria. Le sue caratteristiche architettoniche hanno definito unitariamente tutto il borgo, gli edifici che lo costituiscono e che hanno le specifiche funzioni aggregative socio-culturali: l’edificio del comune, il centro sociale, il luogo di culto, l’edificio postale ecc. Tali caratteristiche del Borgo della Riforma Agraria saranno compromessi con l’edificazione dell’abnorme Auditorium e del connesso centro commerciale che, peraltro, anche volumetricamente, costituirà un’evidente alterazione di tutti i rapporti architettonici ed urbanistici del Borgo tali da annullare il suo carattere identitario originale. Tali elementi avevano comportato la definizione di tutte le misure di tutela con il vigente PRG, che consente solo interventi conservativi così come proposto dal Ministero dei beni culturali e ambientali e recepito dall’illustre progettista del vigente PRG, il professore Luigi Airaldi, Cattedratico dell’Università di Milano e urbanista di fama internazionale”.

Rispondi