De Luca torna a “Che tempo che fa”. Sarà scontro con Saviano?

Di Maria Francesca Troisi

Vincenzo De Luca si conferma un habitué del programma di Fabio Fazio. Il Presidente della Regione Campania, domenica 15 novembre, sarà di nuovo ospite di “Che tempo che fa”, su Rai3.
Questa è la terza ospitata del governatore campano, nell’arco di poche settimane. A “Che tempo che fa” De Luca “ritroverà” Roberto Saviano, presenza fissa del programma, e “bersaglio” di una delle sue ultime invettive. Nella consueta conferenza stampa del venerdì, il governatore l’ha definito “camorrologo milionario di professione. Vestito da carrettiere perché va di moda”. Potrebbe essere questa l’occasione giusta per un primo chiarimento o un ulteriore scontro “vis à vis”.

Gli altri ospiti della puntata:
l’Arcivescovo di Milano, Sua Eccellenza Monsignor Mario Enrico Delpini e il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri.
Roberto Burioni e il responsabile del Pronto Soccorso delle Molinette di Torino, Franco Riccardini.
Il direttore del reparto di anestesia e rianimazione del Policlinico di Bari, Salvatore Grasso, e il direttore dell’UOC e del reparto di terapia intensiva e rianimazione dell’Ospedale Annunziata di Cosenza, Pino Pasqua.
Il direttore del Pronto Soccorso dell’Ospedale Galliera di Genova, Paolo Cremonesi, e il capomissione e comandante di Open Arms, Riccardo Gatti.
Ferruccio de Bortoli e Sigfrido Ranucci; Giovanna Botteri e l’inviato di Rai News Paolo Maggioni.

E ancora: Carlo Verdone, che festeggia i suoi 70 anni (cadono il 17 novembre) e celebra altri due anniversari importanti per la sua carriera: i 25 anni di “Viaggi di nozze” e i 40 di “Un sacco bello”.
I Negramaro, live con “Contatto”, title-track del nuovo omonimo album, decimo della carriera, che li ha visti prima band a esibirsi a San Siro e all’Arena di Verona.
A chiudere la serata, Che Tempo Che Fa – Il tavolo, con Nino Frassica, Gigi Marzullo, Ale e Franz. Ospiti Demetrio Albertini e Martina Colombari. Come ogni domenica, previsti gli interventi fissi di Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck.

Rispondi