I consigli della nutrizionista: il caffè

Dottoressa Alessandra Anna Serino

“Il caffè deve essere caldo come l’inferno, nero come il diavolo, puro come un angelo e dolce come l’amore”. Il caffè è una delle bevande più apprezzate in tutto il mondo. Il suo consumo ebbe origine in Africa intorno al IX secolo ma si diffuse in Italia e nel resto dell’Europa solo nel XVI secolo. L’effetto stimolante del caffè è dovuto al contenuto di caffeina. Le vitamine e i minerali che si possono trovare all’interno di questa bevanda includono folati, vitamina K, acido pantotenico, riboblavina, calcio, magnesio e manganese. Contiene solo tracce di proteine e carboidrati e senza additivi le calorie sono solo 2-3 Kcal per tazza.I benefici del caffè sono molti. Il primo fra tutti è che aiuta il cervello a lavorare in modo più efficiente e brillante oltre a migliorare significativamente le prestazioni fisiche soprattutto negli sport a lunga durata.È tra le sostanze naturali che accelerano il processo metabolico e lo smaltimento dei grassi ed essendo ricco di antiossidanti naturali è un valido alleato per contrastare l’invecchiamento.Studi scientifici hanno dimostrato che il consumo di caffè è associato ad un minore rischio di diabete di tipo 2 e nell’uomo (a differenza della donna in cui gli estrogeni hanno un effetto modificante) è associato ad un ridotto rischio di malattia di Parkinson.Tuttavia, la maggior parte degli effetti benefici del consumo del caffè sono associati ad un consumo moderato, il mio consiglio è di consumare massimo 3-4 caffè al giorno.

Dott.ssa Alessandra Anna Serino, Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia presso l’Università degli Studi di Salerno e perfezionata in “Nutrizione e Metabolismo” svolgo come libera professionista l’attività di Biologa Nutrizionista a Nocera Superiore (SA).
“Entusiasta per professione, nutrizionista per passione”, sono convinta che la nutrizione possa curare la maggior parte dei disturbi e delle malattie.

Rispondi