Allerta neve, vento e criticità idrogeologica gialla

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un’allerta meteo valida a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani per diverse criticità. Sull’intero territorio si prevede un sensibile abbassamento delle temperature con nevicate e gelate anche a bassa quota. Sempre su tutta la Campania spireranno venti forti da Nord-Est con locali raffiche, tendenti a settentrionali. Il mare si presenterà agitato. Sulla fascia costiera tirrenica dalla Piana Campana fino al Cilento (zone 1,3,5,6,8) oltre all’allerta per nevicate, gelate e vento, entra in vigore un’allerta meteo di colore Giallo per precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale che potranno dar luogo ad un dissesto idrogeologico localizzato. Si segnala la possibilità di fenomeni come:

  • Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
  • Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
  • Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;
  • Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tratti tombati, restringimenti, ecc);
  • Possibili cadute massi in più punti del territorio;
  • Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per effetto della saturazione dei suoli.​

La Protezione civile della Regione Campania, in vista dell’allerta meteo anche per nevicate e gelate, è già in contatto con le Prefetture delle zone interne e ha provveduto alla distribuzione di sale da utilizzare eventualmente sulle strade interessate dalle nevicate alle associazioni di volontariato regolarmente iscritte.

La Sala operativa ha già attivato i mezzi spargisale e si tiene in stretto contatto con i Comuni.

Si ricorda che sulle zone già colpite dal maltempo negli ultimi giorni permane un consistente rischio idrogeologico residuo.

Rispondi