Le doppie velocità del calciatore

Per un’analisi più approfondita è opportuno distinguere la velocità del giocatore in due gruppi: velocità con palla e senza palla. La prima sarà tanto più elevata quanto più sviluppata sarà la capacità tecnica del calciatore. Quando ampi spazi si aprono davanti al giocatore in possesso di palla, l’azione sarà abbastanza fluida e sarà sicuramente più vicino alla massima.

Annunci

Salviamo la grammatica italiana

Mi sono occupato di editing per una piccola casa editrice. Per chi non lo sapesse, l’editing consiste nella revisione contenutistico-formale di un testo prima della sua pubblicazione. Non vi nascondo che, dilettandomi anch’io di scrittura, fin dal primo momento mi sono imposto di svolgere questa attività in punta di piedi, in maniera, cioè, quanto meno invasiva possibile.

I teodofori salernitani e l’auspicio di de Magistris

La Campania al centro del mondo. Lo sport, con le sue diverse sfaccettature ed emozioni, farà tappa in una delle terre più belle del mondo. La nostra regione ospiterà infatti la trentesima edizione dell'Universiade, evento di sport giovanile per eccellenza. Attesi più di 8000 atleti, 30000 collaboratori, 100 televisioni da tutto il mondo.

Le pecore nere di Pierpaolo Mandetta arrivano in libreria

di Erika Noschese E' già destinato a diventare un best seller il nuovo romanzo dello scrittore salernitano Pierpaolo Mandetta, “Il club delle pecore nere”. Edito da Rizzoli, è un romanzo di formazione irriverente che racconta le vite di Samuele, Nicole e Ivan, tre amici sui trent’anni alle prese con una Milano sfavillante ma in crisi … Continua a leggere Le pecore nere di Pierpaolo Mandetta arrivano in libreria

Di Tacchio e Micai salvano la B

Salva la pelle. Nel caldo asfissiante della laguna veneziana la Salernitana ottiene una salvezza insperata, battendo ai calci di rigore la formazione arancioneroverde. Gli 850 sostenitori giunti al Penzo hanno potuto finalmente gioire dopo un maggio passato tra aule di tribunale che avevano riscritto la classifica finale del torneo cadetto.

Drammi uguali, verdetti diversi: il tragico paradosso degli ex Ideal Standard

Prima quarant’anni trascorsi a lavorare a stretto contatto con l’amianto. Poi, la perdita del posto di lavoro con la promessa di una riassunzione nell’azienda che si sarebbe occupata del nuovo e innovativo Sea Park, non prima di essere richiamati - tra il 2000 e il 2004 - per bonificare l’area sulla quale sussisteva la loro ex azienda.