Camera di Commercio. La proposta: aumento del 20% del diritto annuale

Se la precedente giunta camerale aveva autorizzato l’aumento del collegio sindacale e l’introduzione dei rimborsi per i propri organi, stavolta, si punta direttamente ai propri iscritti. La proposta è quella di una maggiorazione del diritto annuale del 20 per cento. Nei giorni dell’emergenza Coronavirus che oltre al dramma sanitario ha messo in ginocchio l’intera economia, la Camera di Commercio pare che si sia distratta. L’ultimo atto, se confermato, metterebbe le mani direttamente nelle tasche dei commercianti. Lo scopo, seppur condivisibile, tozzerebbe con il periodo attuale e con l’emergenza in corso. Secondo i conti camerali, l’incremento del diritto annuale del 20 per cento dovrebbe implementare alcuni progetti per la promozione dello sviluppo economico. Quindi la digitalizzazione, la formazione, il turismo e un percorso per le piccole e medie imprese per affrontare i mercati internazionali. Progetti che sarebbero stati già approvati dalla Camera di Commercio che attendono, però, la giusta copertura che a questo punto dovrebbe arrivare direttamente dai propri iscritti. Un maggiore ricavo che supererebbe i 2 milioni e 260mila euro da spalmare per l’attuazione dei vari progetti, primo tra tutti quello sulla digitalizzazione a fronte di una bassa percentuale invece da destinare al supporto per le aziende in crisi.

Andrea Pellegrino

Rispondi