Bambole gender fluid, ce n’è davvero bisogno?

Tanto tuonò che piovve: una nota azienda di giochi ha immesso sul mercato la prima bambola «gender fluid». Si tratta, in sostanza, di una bambola asessuata, con un kit di accessori che si prestano a farla diventare sia maschio che femmina, a seconda delle inclinazioni del bambino o della bambina che ci gioca.

Annunci

Fine Vita, i medici salernitani si dividono

Aiutare a morire non è sempre un reato, ma senza una normche delimiti modalità e casi in cui un medico può abdicare al giuramento di Ippocrate, sul tema può essere caos. E’ dunque recentissima giurisprudenza la sentenza del 25 settembre 2019 con la quale la Corte Costituzionale è intervenuta nella controversa questione del cosiddetto suicidio assistito, dichiarando non punibile ai sensi dell’articolo 580 del codice penale “chi agevola l’esecuzione del proposito di suicidio di un paziente affetto da una patologia irreversibile che gli causi sofferenze intollerabili, tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale ma in grado di prendere decisioni consapevoli”.

Greta, i gretini e i cretini

Avevo detto che sarei tornato sull’argomento e questo evidentemente perché il tema, divenuto ormai centrale, viene affrontato in maniera non solo parziale, ma soprattutto partigiana. Immediatamente il mondo dei “social” si è diviso in pro-Greta e in contro-Greta. Analizziamo le due identità ma cerchiamo soprattutto di capire chi è Greta, anzi cos’è Greta e cosa deve essere.

Piana del Sele, «fattore di pressione è il punto di partenza per il rilancio»

«Insistiamo sul criterio localizzativo del “fattore di pressione” - già attivo in altre zone d’Italia come nel bresciano - per contrastare l’insediamento di nuovi impianti per il trattamento e la gestione di qualsiasi tipologia di rifiuto, nonché per impedire qualsiasi ampliamento dei siti già esistenti». E’ quanto sostiene il primo cittadino di Battipaglia, Cecilia Francese, in vista del Consiglio provinciale di lunedì 30 settembre.

Battipaglia, l’area è satura: «Basta industrie del rifiuto»

A pochi giorni dal Consiglio provinciale del prossimo 30 settembre, l'assessore con delega alle politiche comunitarie, allo sviluppo e alla fascia costiera della giunta Francese, Davide Bruno, ritorna sull’importanza del “fattore di pressione”, parametro normativo basato sul rapporto rifiuti/territorio per contrastare l’insediamento di nuove industrie del rifiuto nell’area battipagliese.

L’accordo civico umbro, Rousseau e la trappola campana

L’accordo civico (ma poi non tanto civico) umbro, potrebbe riaprire la strada anche in Campania all’intesa MaZinga. Per ora appare quasi un'utopia, ma non troppo distante da quell’idea che ha portato alla nascita del governo giallorosso.