Un ritiro per ritrovare se stessi

di Alessandro RIZZO È quello che ha voluto organizzare Zingaretti nell’ex abbazia di San Pastore per definire le linee di governo e stabilire le priorità del Partito Democratico. Sul sentiero del pellegrinaggio per Assisi il segretario Dem cerca l’ispirazione calcando i passi che furono di Prodi ai tempi dell'Ulivo. Presenti ministri e sottosegretari, ha aperto … Continua a leggere Un ritiro per ritrovare se stessi

Evasori di serie A e di serie B

Nel giorno in cui il Presidente Mattarella stigmatizza in maniera anche veemente gli evasori fiscali, Matteo Salvini mette in pratica l’esperienza maturata sul campo con Berlusconi un decennio fa e, mutuando l’operazione Alitalia del 2007/2008, forma un nuovo partito della lega, una sorta di good company, che manda in liquidazione la lega nord di Umberto Bossi, che diventa così la bad company.

Il movimento delle alici di Cetara

La settimana scorsa auspicavo un risveglio della coscienza sociale e politica dei giovani e un colpo di reni da parte loro. Evidentemente porto bene alla nostra sventurata nazione, visto che di lì a poco ha preso decisamente spazio il movimento delle sardine, al quale, fin dalla sua nascita, si guardava con disattenzione e forse anche con sospetto.

Il sud e la sua vera vocazione

Leggevo sui giornali dell’intervento del Presidente di Confindustria, il salernitano Vincenzo Boccia, e della inaugurazione del nuovo stabilimento della Cti Foodtech, eccellenza italiana nel settore della progettazione e realizzazione di impianti per la trasformazione industriale della frutta.

Greta, i gretini e i cretini

Avevo detto che sarei tornato sull’argomento e questo evidentemente perché il tema, divenuto ormai centrale, viene affrontato in maniera non solo parziale, ma soprattutto partigiana. Immediatamente il mondo dei “social” si è diviso in pro-Greta e in contro-Greta. Analizziamo le due identità ma cerchiamo soprattutto di capire chi è Greta, anzi cos’è Greta e cosa deve essere.

Il Summit e il rogo della noia

di Alessandro Rizzo È tutto un gran parlare di ambiente, di salute, di plastic free, ma nessuno si sarebbe aspettato di vedere i big della Terra bacchettati e sgridati dalla sedicenne Greta, divenuta ormai simbolo della salvaguardia dell’ambiente. Tra iniziative e polemiche, pare che le cose stiano davvero cambiando. Si è mosso il Papa, che … Continua a leggere Il Summit e il rogo della noia