I lupi travestiti da agnelli…

…ma a Natale, ahinoi, si sa che gli agnelli sono a rischio. E quindi ha pensato bene Umberto Bossi di togliere il vello con cui Salvini aveva cercato di ammantare l’intera lega e ha svelato il partito per quel che è davvero: un lupacchiotto predatore di voti del sud.

Il Cav indica la via d’uscita a Mara, Maraio guarda ai Cinque Stelle, De Luca corre

Il Cavaliere mantiene la barra dritta su Caldoro e indica, sostanzialmente, la via d’uscita a Mara Carfagna. L’ex ministro, dalla sua, resta a guardare, sperando, con molta probabilità, che Berlusconi cambi idea. Ma l’impresa sarà quasi impossibile, non tanto per le sorti della Campania, quanto per il futuro di Forza Italia in campo nazionale.

La Carfagna lancia ‘Voce libera’, Forza Italia in subbuglio

Forza Italia è in subbuglio. La Carfagna lancia ‘Voce libera’ e attende, sostanzialmente, la telefonata di Silvio Berlusconi. L’ex ministro alle pari opportunità praticamente vorrebbe due cose: scardinare la candidatura di Stefano Caldoro ed evitare la sua. Insomma vorrebbe utilizzare lo stesso metodo imposto alle scorse elezioni politiche per la composizione delle liste nel collegio salernitano.

La corsa solitaria di De Luca; l’asso grillino: Sergio Costa

L’unica certezza è la candidatura di Vincenzo De Luca. Con o senza il Partito democratico. Ad inizio di dicembre, a pochi mesi dalla competizione elettorale, il governatore della Campania è l’unico ad aver mosso in moto l’imponente macchina del consenso.

L’accordo civico umbro, Rousseau e la trappola campana

L’accordo civico (ma poi non tanto civico) umbro, potrebbe riaprire la strada anche in Campania all’intesa MaZinga. Per ora appare quasi un'utopia, ma non troppo distante da quell’idea che ha portato alla nascita del governo giallorosso.