Rosolino: «A tavola durante le feste ma il 27 dicembre tutti in palestra!»

Onorare la tavola durante le festività natalizie ma senza perdere di vista l’attività fisica. Il consiglio arriva direttamente da chi, nella cultura del tenersi in forma ci sguazza, anzi ci nuota: Massimiliano Rosolino, campione olimpico e mondiale dei 200 misti, in visita a Salerno, durante il periodo di Luci d’Artista, per il debutto salernitano del brand Garmin.

«Contro Trieste venderemo cara la pelle»

La Rari frena alla Nannini contro una Florentia cinica e caparbia. Nonostante quello di sabato non fosse uno scontro diretto, la formazione giallorossa ha dimostrato di poter far punti anche nelle sfide più complicate lontano dalla Vitale. Mister Citro adesso tiene tutti sull'attenti in vista della gara contro Trieste, che chiuderà l'annus mirabilis del roaster salernitano.

Muro Cicali ed errori: la Rari torna a mani vuote da Firenze

Finale thrilling a Firenze per la Rari. Il roaster salernitano, in gara fino a pochi minuti dal termine, cade e perde l'occasione di allungare il margine dalla zona calda della classifica. In Toscana termina 13-7 ma la gara è condizionata da un'espulsione di Sanges, che lascia i suoi in inferiorità numerica negli ultimi minuti dell'ultima frazione.

Givova Scafati e CavaBasket, scocca l’ora della verità

Scafati rimanda l'esame di maturità. A Torino è monologo gialloblu, con il roaster di coach Cavina che domina i quattro tempi (reazione Scafati nella seconda frazione, ma margine divenuto voragine a causa del +14 costruito dalle primissime battute sponda piemontese) e vince lo scontro diretto 79-50, portando a 12 i punti in classifica.

«Ogni trasferta è un’insidia. Ecco il piano per la A2»

Torna al successo la Virtus Arechi Salerno. Sul parquet del PalaLongo, il roaster blugranata conferma le proprie velleità promozione a discapito della Stella Azzurra, piegata con il risultato di 87-65. Momento topico della sfida il secondo quarto, quando i ragazzi di mister Giovanni Benedetto dilagano con le firme degli scatenati Visnjic e Leggio, portandosi fino al 27-14, distanza mai colmata dalla formazione ospite.

L’Airone al Giro della Campania tra amore, industria e successi

«Vidi Coppi per la prima volta nel 1956, all'età di 16 anni. E da lì la mia vita è cambiata». La storia di Vittorio De Martino, ciclista professionista degli anni '50, è di quelle che riallacciano ricordi e sensazioni lunghi settant'anni. E che non smettono mai di emozionare.