“Cercheremo di invogliare la clientela con promozioni e sconti”

di Andrea Bignardi

L’intervista a Luigi Acanfora, imprenditore nel settore alberghiero a Paestum

Banchettistica in tilt e prenotazioni in profondo rosso. E’il triste quadro che appare dinnanzi agli occhi degli albergatori della città dei templi. Luigi Acanfora, direttore degli alberghi Mec Paestum e Cerere oltre che del villaggio Olimpia Cilento ad Ascea e del Paestum Inn Beach Resort di Linora, da responsabile di strutture caratterizzate da un’offerta particolarmente diversificata ha contezza della difficoltà in cui versa l’intero settore alberghiero nel Cilento. “L’auspicio – afferma – è di ripartire quanto prima, con la consapevolezza di aver perduto comunque il mercato estero almeno per questa stagione estiva”.

Direttore, le vostre strutture si caratterizzano per una grande varietà di offerta. La crisi l’avete avvertita in tutte le vostre attività?

“La nostra situazione è catastrofica come credo lo sia anche per la Costiera. Per quanto riguarda il lavoro del wedding abbiamo assistito a disdette per gli eventi fissati ad aprile, maggio e giugno. I clienti stanno procedendo con gli spostamenti a date più tranquille che siano da metà luglio in poi. Molte sono le prenotazioni spostate in autunno, qualcuno sceglie addirittura novembre o dicembre per sposarsi. In tanti scelgono di spostare la data al 2021”.

Per quanto riguarda invece le prenotazioni alberghiere?

“La situazione turistica è straziante in quanto le prenotazioni sono state tutte quante disdette. Per luglio ed agosto si attendono gli sviluppi ma siamo in ogni caso molto preoccupati”.

La ripartenza dei flussi muterà anche le vostre politiche commerciali? “Il riavvio della stagione turistica sarà basato principalmente su promozioni. Cercheremo di invogliare la clientela tramite offerte che prevedano la possibilità, qualora il cliente non possa più giungere in struttura, di ricevere dei voucher da poter riutilizzare successivamente. Per il momento attendiamo le disposizioni del ministero a cui ovviamente ci atterremo. Speriamo di riaprire già ad aprile ma
credo che almeno in un primo momento riceveremo soltanto visite di coloro che vorranno scegliere la nostra struttura per eventi futuri”.

Rispondi