Confindustria: il salernitano Boccia non è più presidente. Gli succede Carlo Bonomi

Carlo Bonomi, volto dell’industria del Nord Italia, succede al presidente salernitano di Confindustria Vincenzo Boccia. Nella giornata di oggi i 183 membri del Consiglio generale hanno provveduto a sancire il cambio della guardia con 123 voti favorevoli. Gli altri 60 sono andati alla sfidante Licia Mattioli. Il neo presidente, la cui nomina sarà ufficializzata il prossimo 20 maggio nell’Assemblea dei delegati. Complimenti dal centrodestra e dal governatore lombardo Fontana, mentre Bonomi subito affonda contro il governo accusato sostanzialmente di brancolare nel buio e contro i codici Ateco definiti anacronistici. “Dobbiamo ragionare sul come poter garantire le condizioni per riaprire – dice il neo presidente – non si può andare avanti ad usare anacronistici codici Ateco che non rappresentano la manifattura e l’industria odierna e del futuro”.

Classe 1966, nato a Crema, Bonomi, è presidente di Assolombarda dal 2017, membro del consiglio generale di Aspen Institute Italia, del Cda di Ispi e Bocconi, imprenditore del settore biomedicale attraverso il gruppo Synopo, Carlo Bonomi ha iniziato la sua carriera multinazionale della diagnostica in vitro e proseguito ricoprendo incarichi in società di ricerca pubbliche e privata. L’ascesa parte dalla Sidam, azienda principale del gruppo Synopo nata come realtà familiare a Mirandola, in provincia di Modena, assumendo via via un profilo più ampio. Bonomi presidede il Cda della Synopo Spa, società che opera nel settore della strumentazione e dei consumabili per neurologia, e delle società da essa controllate, ovvero la citata Sidam, che si occupa della produzione di consumabili nella diagnostica per liquidi di contrasto, e BTC Medical Europe srl, impegnata nella produzione di consumabili utilizzati in oncologia ed emorecupero post operatorio. E’ anche nel Cda di Ocean srl e Marsupium srl. Dal 2009 al 2017 ha ricoperto diversi incarichi in Assolombarda: prima il ruolo di Consigliere Incaricato per Ricerca, Innovazione e Agenda Digitale e poi Vicepresidente di Gianfelice Rocca con delega a Credito e Finanza, Fisco, Organizzazione e Sviluppo. Nel 2016 il Consiglio di Presidenza di Confindustria l’ha nominato Presidente del Gruppo Tecnico per il Fisco. È membro del Consiglio Generale di Confindustria e del Consiglio di Presidenza di Confindustria Lombardia.

ar

Rispondi