Controlli, Ficarra: “Più interventi per liti familiari”

Un solo tentativo di furto in abitazione e qualche intervento in piu’ per dirimere le liti in famiglia. Il questore di Salerno, Maurizio Ficarra, contattato dall’Agi, traccia un bilancio degli episodi criminali nel Salernitano durante l’emergenza sanitaria coronavirus. A suo avviso, per il momento, la situazione e’ “moderatamente sotto controllo”, complici la scarsa mobilita’ dei cittadini e, soprattutto, un piano di controlli messo in campo che conta fino a 500 pattuglie in strada ogni giorno. Nella notte tra sabato e domenica scorsi, intorno alle 5, nel quartiere del Carmine alto del capoluogo, si e’ registrato un tentativo di furto in abitazione con i malviventi che, a mani vuote, sono scappati, messi in fuga dai proprietari che si sono svegliati. “I ladri hanno avuto l’ardore di entrare nell’abitazione con la gente che dormiva. Fortunatamente, non ci sono stati ne’ danni alle persone, ne’ c’e’ stata sottrazione di beni”, rivela il questore. “Per il resto, non abbiamo avuto altri eventi perche’ e’ piu’ difficile che qualcuno, adesso, si muova, chiunque viene visto e individuato”, aggiunge. Anche perche’, “i reati, in tutte queste giornate, si sono abbattuti nettamente”. “Qualche intervento in piu’, due o tre al giorno, lo facciamo per liti domestiche” innescate dal periodo di convivenza forzata per effetto dei provvedimenti emanati per contenere la diffusione del contagio. Da qui, “mi auguro, nell’interesse, soprattutto sanitario e sociale, di tutti, che queste misure si possano attenuare un tantino piu’ in la’ per evitare che ci siano, come il ministro dell’Interno ha detto, problemi di altro genere se dovessero prolungarsi tantissimo”. Dal punto di vista dei controlli che si stanno svolgendo in questi giorni, il questore evidenzia che e’ stato predisposto “un apparato che conta 500 pattuglie al giorno”. Numeri necessari per coprire l’intera provincia di Salerno che “e’ immensa”. “Ci sono, ovunque, pattuglie di carabinieri, polizia locale, polizia di Stato, guardia di finanza, polizia stradale, la polizia di frontiera nei pressi del porto e la polizia ferroviaria nei pressi della stazione”, spiega Ficarra. Un massiccio servizio di controllo deciso durante il comitato per l’ordine e per la sicurezza che si e’ tenuto la scorsa settimana e durante il quale, in particolare, i sindaci temevano che, per il weekend pasquale, i cittadini si riversassero in strada per raggiungere le seconde case. Ma, precisa, “in una situazione in cui si muove poca gente e ci sono molti controlli, era difficile che cio’ che si verificasse e, fino a questo momento, non si e’ verificato”. La capillarita’ dei controlli e’ a tal punto elevata che il questore rivela di aver fatto un giro di perlustrazione nelle ultime ore e di essere “stato fermato dalla polizia locale di Vietri sul Mare, dai carabinieri e dalla polizia di Stato qui a Salerno”

Rispondi