Coronavirus, approvato il nuovo decreto. Multe fino a 4mila euro per chi aggira le restrizioni

Multe fino a 4 mila euro per chi aggira le misure per arginare la diffusione del coronavirus.

Lo ha annunciato pochi minuti fa il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce multe ‘salate’ da 300 a 4 mila euro. Se la violazione è commessa alla guida di un autoveicolo, la sanzione può aumentare di 1/3 ma non è prevista la confisca di auto, moto e veicoli.

E poi: “I presidenti di regione possono adottare autonomamente o in via di urgenza per igiene sanitaria misure più restrittive ma rimane al Goiverno la funzione di coordinamento”.

“Tutti devono fare la loro parte”, ha ammonito. “Abbiamo deliberato l’adozione di un decreto legge che riordina la disciplina anche dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. Il nostro assetto non prevedeva un’emergenza di questo tipo”.

“Con questo decreto legge abbiamo regolamentato più puntualmente e in modo più trasparente i rapporti tra l’attività del governo e del Parlamento. Prevediamo che ogni iniziativa venga trasmessa ai presidenti delle Camere e che io vada a riferire ogni 15 giorni”.

E in merito alla bozza di decreto circolata nelle ultime ore sulla proroga delle misure restrittive fino al 31 luglio, aggiunge: “Nulla di più vero”.

“Misure in vigore fino al 31 luglio? Nulla di vero” spiega il premier. “A fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emergenza nazionale per uno spazio di sei mesi. Questo non significa che le misure restrittive in vigore saranno prorogate fino al 31 luglio. Ci auguriamo quanto prima di allentare e superare le misure predisposte”.

Rispondi