Coronavirus, verso il rinvio delle elezioni regionali e comunali

Il Governo Conte pensa a un rinvio delle elezioni regionali, comunali a termini piu’ lunghi anche per il referendum.

E’ quanto trapela dalla bozza del decreto legge circolato in queste ore.

Tra le ipotesi della presidenza del Consiglio, si interviene sul mandato “degli organi elettivi regionali” che scade entro il 31 luglio 2020 prorogandolo di tre mesi visto il rischio sanitario.

Le regionali attese al voto in primavera sono Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia.

Le elezioni dei consigli comunali sarebbero invece fissate “in una domenica compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre 2020”.

Termini piu’ lunghi anche per il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari: il termine entro quale e’ indetto “e’ fissato in duecentoquaranta giorni dalla comunicazione dell’ordinanza che lo ha ammesso”.

Si tratta al momento di un testo di 122 pagine: la bozza di decreto legge con le misure economiche per far fronte all’emergenza coronavirus è “provvisoria” e si basa sulle proposte inviate dai singoli ministeri entro il termine di ieri alle 20, spiegano fonti parlamentari citate dall’Ansa. Il testo, aggiungono, è in esame nella sala verde di Palazzo Chigi.

Rispondi