Covid: Bianchini, Di Mauro e Carfora (Mio Italia e Campania): “Urge risarcimento danni per il comparto dell’ospitalità a tavola”

«Finiamola con i colori delle Regioni decisi irresponsabilmente all’ultimo istante. Ristoranti, bar, pub, pizzerie: tutto il comparto dell’ospitalità a tavola (Horeca) deve rimanere aperto sempre, all’ora di pranzo come a cena. Finora i locali hanno funzionato da capri espiatori. Ora basta. Ci sono studi scientifici che evidenziano come la diffusione dei contagi non avvenga nei ristoranti, semmai sui mezzi pubblici. E attenzione: urge il risarcimento danni per il comparto calcolato sulle perdite di fatturato e non, come ventilato, sui costi fissi. Sarebbe un’ulteriore beffa».
In Campania, più che nel resto d’Italia, il comparto dell’accoglienza, turismo e della ristorazione rappresenta una fetta talmente importate, che senza interventi rapidi si rischia un corto circuito irreversibile.
Chiediamo tempestivi e seri piani vaccinali e rispetto dei protocolli che ci consentano di lavorare in piena sicurezza, sia di giorno che di sera.
Siamo in ginocchio, non vogliamo elemosine, ma solo i nostri diritti per noi e per le famiglie dei nostri tanti dipendenti.
Perdere un’altra stagione significherebbe sicuro fallimento».
Lo hanno dichiarato Paolo Bianchini, presidente di MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità, e Di Mauro e Carfora referenti regionali di Mio Campania.

Rispondi