CPS Infermieri pronti a scendere in campo per la campagna vaccinale, il NURSIND: “Permetteteci di farlo”

di Sabrina Gambaro

A breve la campagna vaccinale Covid-19 coinvolgerà la popolazione ed i pazienti con patologie psichiatriche, categoria che probabilmente necessita più di tutti di personale sanitario specializzato a gestire tale utenza.

L’organizzazione sindacale NURSIND (“Sindacato delle Professioni Infermieristiche”) chiede al dott. Giulio Corrivetti (direttore del DMS Salerno) e per conoscenza al Dott. Mario Iervolino (direttore generale dell’ASL Salerno), al Dott. Ferdinando Primiano (direttore sanitario dell’ASL Salerno), alla Dott.ssa Caterina Palumbo (direttore amministrativo ASL Salerno), di svolgere una nuova ricognizione interna in tutti i Dipartimenti di Salute Mentale di Salerno.

Il motivo che ha portato a questa richiesta è quello di permettere ai CPS infermieri in servizio nelle varie UOSM (“Unità Operative di Salute Mentale”) e di tutti coloro che vogliono, di dare la propria disponibilità alla campagna vaccinale.

Infatti, molti infermieri delle varie UOSM territoriali non sono riusciti ad aderire al bando interno del 23/12/2020 prot.n. 258131 promosso dalla ASL di Salerno sul reclutamento di CPS infermieri, a causa della mancata comunicazione o non aver visionato in tempo utile il sito web aziendale nella sezione “avvisi e concorsi”. La disponibilità ad aiutare c’è, facciamo in modo che tutti ne abbiano la possibilità per una più efficiente e veloce campagna vaccinale.

Rispondi