Crisi di governo, Di Maio: “La vera crisi è degli italiani”. Si apre uno spiraglio

di Maria Francesca Troisi

Attesa nel pomeriggio la conferenza stampa decisiva di Renzi (ore 17:30) che potrebbe ufficializzare la crisi di governo. La rottura tra il premier Conte e Renzi, data per certa, apre verso uno spiraglio inatteso, grazie all’intercessione dei pontieri che si stanno spendendo per uscirne fuori.

Per evitare lo showdown (come da fonte Adnkronos) in prima linea il segretario Pd Nicola Zingaretti e il ministro agli Affari esteri Luigi Di Maio. Chi lavora per una risoluzione assicura che sono stati fatti grossi passi in avanti per scongiurarla.

Zingaretti a Sky Tg24
“Abbiamo chiesto e lavorato per un rilancio del governo, continuiamo a chiederlo, ma una cosa è rafforzare un governo un’altra cosa è abbatterlo, farlo cadere. Il dissenso con Italia viva è su questo: abbiamo promosso un rilancio dell’azione del governo ma i governi non si rilanciano mandandoli a casa o aprendo una crisi che il 99% degli italiani non capisce”.

Il segretario dem invita a una soluzione: “Si faccia di tutto per riprendere il dialogo”.

Luigi Di Maio
“L’Italia deve ripartire. Serve serietà in questo momento storico. Tutti facciano un passo indietro per amore del Paese. Martedì abbiamo approvato il Recovery Plan. Bisogna essere pragmatici e concreti, la vera crisi la stanno vivendo gli italiani”.

Rispondi