DA DIFENSORE CIVICO A CANDIDATO: ecco Giuseppe Fortunato

LA CORSA VERSO PALAZZO SANTA LUCIA

Nasce Civicrazia: «Meritocrazia, partecipazione e trasparenza, questi i nostri principi fondamentali»

di Oriana Giraulo

Nello scenario elettorale, mentre il centrosinistra ed il centrodestra fanno il bello ed il cattivo tempo, si affaccia sul palcoscenico politico ed in punta di piedi – ma non per questo da non considerare – il difensore civico, l’avvocato Giuseppe Fortunato, promosso dalla Civicrazia, coalizione che rappresenta una rete di oltre quattromila associazioni nazionali, come l’unico e vero antagonista di De Luca. Di battaglie contro quest’ultimo, Fortunato ci ha abituato, affiancando da sempre associazioni e comitati per la tutela dei diritti di centinaia di famiglie e di malati e diversamente abili, di categorie professionali e produttive, di lavoratori in lotta (Almaviva, Navigator, precari ecc.) denunciando da sempre episodi di inerzia della pubblica amministrazione con diffide ed azioni incisive per far sì che i cittadini venissero sempre rispettati ed ascoltati. E’ per queste ragioni che Civicrazia vede come unica alternativa proprio il difensore civico, “avendo i requisiti personali, di competenza e di fiducia delle categorie sociali, requisiti indispensabili per guidare la macchina regionale e uscire dalla crisi”. Secondo una nota, affidata alla stampa proprio da Civicrazia, i nomi che si stanno susseguendo nella scenario politico non rappresentano il volere dei cittadini, che anzi sono disgustati dall’attuale modo di fare politica che ha prodotto nelle nuove generazioni solo apatia e disillusione. Obiettivo dell’associazione è quello di andare a pescare consensi tra i cittadini che si sono astenuti dal voto negli ultimi anni, proprio a causa di un malcontento generale, e che quindi vanno resi partecipi della politica con un progetto continuativo nel tempo e non solo con messaggi ad essi rivolti dell’ultima ora per accaparrarsi un voto in più e poi dimenticarsene completamente. La candidatura proposta vuole essere l’unica alternativa per porre di nuovo al centro del dibattito politico il cittadino e rendergli così la sovranità che la Costituzione gli attribuisce. Meritocrazia, partecipazione e trasparenza sono questi i principi su cui si basa tutto l’operato del difensore civico e che possono garantire una ripresa economica, sociale ed occupazionale. Slogan, programma politico e candidato, la Civicrazia ha proprio tutto per poter iniziare la sua campagna elettorale.

Rispondi