De Luca alza l’allarme via fb, Caldoro: «Così si genera panico»

di Andrea Pellegrino

Sono da poco passate le 14,00 quando sulla pagina facebook del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, compare l’annuncio: «Restate connessi, ho importanti comunicazioni da farvi».

In pochi minuti si genera il caos, soprattutto dopo l’annuncio di Nicola Zingaretti di essere stato contagiato dal Coronavirus. Poco dopo il video di De Luca. Nessun annuncio, solo appelli al “senso di responsabilità”.

E per farlo racconta gli ultimi giorni di un paziente che ora si trova intubato al “Cotugno”. Il governatore invita i suoi concittadini ad evitare luoghi pubblici, a stare più tempo a casa e nel contempo, poco più tardi – con un nuovo post – richiama all’ordine prefetti e forze di polizia per il rispetto dell’ordinanza di chiusura delle discoteche e di altri luoghi di aggregazione.

Pochi minuti dopo il video, scoppia la polemica.

Caldoro è il primo ad intervenire: «Non e’ il momento delle polemiche, ma francamente il video di De Luca e’ di una superficialita’ inutile e di un allarmismo pericoloso. E’ passato in pochi giorni dalla minimizzazione totale del problema ai messaggi di panico. Anziche’ parlare da neo virologo, tolga quel messaggio senza senso dal web e dia informazioni corrette ai cittadini. Anzi, stia in silenzio, visto che le misure varate dal Governo sono gia’ note e applicate, e faccia lavorare gli esperti, i medici e il personale sanitario, a cui va il nostro grazie piu’ profondo per quanto stanno facendo, con sacrificio, in queste ore».

Poi è il capogruppo regionale campano di Forza Italia Armando Cesaro a rincarare la dose: «Se l’intenzione di De Luca era quella di seminare il panico, con l’ultimo videomessaggio ha quasi centrato l’obiettivo. Ci usi la cortesia, lo faccia sparire».

«In questo momento di grande difficolta’ e incertezze – aggiunge l’esponente di Forza Italia – i nostri concittadini di tutto hanno bisogno fuorche’ di un governatore che il giorno prima riunisce 500 sindaci in un auditorium e 2000 persone in un padiglione della Mostra d’Oltremare e il giorno dopo procura un allarme senza precedenti. «Cancelli subito quel videomessaggio, la Campania ha bisogno di informazioni serie e di una poderosa iniezione di fiducia, non di pericolosa demagogia a buon mercato».

Infine Severino Nappi: «Il divieto alla vita sociale del governatore Vincenzo De Luca rischia di gettare nel panico la popolazione campana. Verità sì ma senza cedere alla psicosi irrazionale che potrebbe avere effetti ancora più drammatici.. Un conto è invitare i cittadini a tenere un comportamento responsabile, seguendo le indicazioni che sono state fornite dai medici e dalla comunità scientifica – aggiunge Nappi – , altro compiere terrorismo psicologico. È nei momenti difficili che deve emergere lo spirito di coesione, la determinazione e il coraggio che contraddistingue la nostra gente. Insieme, supereremo anche questa».

Rispondi