Economia Covid 2021: Gianni Lepre, “Vaccini tappa importante, ma nuova recessione dietro l’angolo”

Come confermato più volte dalla BCE alla luce del quadro pandemico, e delle enormi contrazioni dovute ai lockdown generalizzati, è in arrivo una doppia recessione, nonostante l’avvio delle vaccinazioni e la ricerca forzata della normalità per molti Paesi. La vasta campagna sanitaria contro il covid, culminata con le prime vaccinazioni di massa, non impediranno un nuovo crack dell’economia dell’Eurozona, appesantita da quasi un anno di stop. Le misure inefficienti messe in campo da alcuni Stati membri, compresa l’Italia, poi, hanno sancito questo status fragile nei confronti di un sistema continentale che ha garantito alle sue imprese un sollevamento dalle perdite enorme rispetto ad altri. “Sono pienamente in sintonia con quanto detto dalla numero 1 della BCE Christine Lagarde – esordisce Gianni Lepre, opinionista economico del TG2 e presidente del Club delle Eccellenze di Confesercenti – i rischi al ribasso nel breve termine pesano come una mannaia, come anche una infezione debole a causa di una domanda flebile, caratteristiche che allontanano la ripresa a cui dovremmo assistere, nella migliore delle ipotesi, solo verso la fine di quest’anno”. Lepre ha poi concluso: “In effetti sono concorde anche sulla questione della doppia recessione in arrivo, anche in considerazione del fatto che, ad esempio in Italia, non si è fatto nulla per arginare la reale crisi economica dovuta alle inevitabili chiusure precauzionali. Queste alla fine hanno pesato come macigni sul Sistema Paese perché indiscriminate ed elargite senza considerare i danni con i quali poi si sarebbe fatto inevitabilmente i conti. La campagna vaccinale, sottolineo, è una tappa imprescindibile in questo percorso di normalizzazione, ma l’economia reale è un’altra cosa; un antico adagio popolare diceva che ‘senza soldi non si cantano le messe’, questo è il caso per affermare che senza una economia reale il Paese è morto”.

Rispondi