Emergenza traffico tra Cava, Vietri e Salerno, Sindaco De Simone in prima linea con paletta e pettorina

di Sabrina Gambaro

Giorni di fuoco per Cava, Vietri e Salerno. Con l’avvento delle belle giornate del weekend, molti sono usciti riempiendo a dismisura le strade e le città, creando assembramenti nelle piazze e code di macchine interminabili nelle vie. Macchine e mezzi pesanti paralizzati per ore anche a causa dei lavori svolti durante la mattinata. A Cava, intorno alle 15.00 di sabato, un Tir si è bloccato all’altezza della rotonda del Bar Rosa creando caos e disagi nella zona.

Nella cittadina di Vietri, poi, il problema del traffico si è sentito ancor più forte a causa dell’inadeguatezza delle sue strade, alcune dell’Ottocento, a ricevere un numero così cospicuo di mezzi e del depauperamento del personale del comando vigili del comune. Solo tre le unità effettivamente disponibili ed ormai prossime alla pensione. Nella giornata di sabato, ad accorrere in aiuto del comando dei Carabinieri vietrese per gestione del traffico urbano tra Cava e Salerno, i volontari dell’associazione “Anta”, la Protezione civile e lo stesso Sindaco dott. Giovanni De Simone armato di pettorina e paletta.

Una soluzione provvisoria, che ha dimostrato il impegno attivo per la sua città e che ha aiutato a gestire l’emergenza, nell’attesa dello sblocco dei concorsi a livello nazionale per assumere 12 nuovi vigili a tempo determinato e indeterminato.

Ma l’obbiettivo del Primo Cittadino è quello di realizzare un collegamento metropolitano tra i due aeroporti di Pontecagnano e di Napoli (comprendendo Salerno, Vietri, Cava e Nocera), mettere in sicurezza la strada amalfitana ed un collegamento pedonale diretto da Marina verso Salerno.

“Un libro dei sogni” –lo ha definito il Sindaco De Simone che, attraverso la realizzazione di almeno due di questi progetti grazie ai fondi del recovery fund, spera di rendere Vietri “la meta più importante del sud Italia”.

Rispondi