“Fase 2″” un’app per spostamenti e autocertificazioni, uscite in base all’età

Sta per iniziare, dal 4 maggio, la famosa “fase2” e con il suo avvicinarsi, Vittorio Colao e la sua task force iniziano a delineare le peculiarità. Una cosa è certa: si inizierà ad uscire per fasce d’età. In arrivo anche una applicazione per gestire le autocertificazioni e geolocalizzare i cittadini monitorando gli spostamenti di chi è risultato positivo al coronavirus, e un calendario di allentamento delle restrizioni scaglionato in base all’età. L’ app in via di sviluppo avrà anche un sistema di allerta per gli spostamenti specie di individui soggetti a restrizioni – e risultati quindi positivi al virus – ricostruendo tutti i contatti avuti. Ancora da capire, invece, se avrà un ruolo, alla fine del lockdown, anche nella gestione e nel controllo del flusso di persone sui mezzi pubblici e nei locali pubblici più affollati. Se per le aziende si prevedono nuove riapertura dal 20 aprile, per i cittadini la data chiave resta al momento il 4 maggio. Il ritorno alla normalità, è l’ipotesi sul tavolo, avverrà infatti per fasce d’età: prima i più giovani, la platea meno a rischio, poi via via tutti gli altri. Gli ultimi a uscire di casa saranno gli anziani.

Seguiranno aggiornamenti.

ar

Rispondi