Giffoni V. P. consegnati 297 buoni spesa. Mancino chiede trasparenza

Sono stati consegnati i “Buoni Spesa” nel comune di Giffoni Valle Piana nell’ambito dell’emergenza Coronavirus. Ben 297 nuclei familiari hanno avuto il via libera dopo la presentazione della domanda, con distribuzione dei voucher avvenuti nella giornata dello scorso 23 dicembre. I ticket, dal valore di 75 euro per ogni componente per un massimo di 300 euro a famiglia, sono stati affidati pochi giorni dopo il termine ultimo indicato per la consegna dei moduli da parte dei cittadini. Per le persone in quarantena e impossibilitata a lasciare il proprio domicilio per motivi legati al Covid-19, i Buoni Spesa sono stati recapitati presso le rispettive abitazioni. Una procedura snella ma allo stesso tempo molto dettagliata per permettere alle famiglie in difficoltà di ricevere un sostegno economico importante prima delle festività natalizie. Ai cittadini beneficiari dei “Buoni Spesa” sarà possibile esibire i ticket esclusivamente negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. “Abbiamo velocizzato l’iter per concedere nel minor tempo possibile questo importante aiuto alle famiglie duramente colpite dalla pandemia legata al Covid-19 – le parole del Sindaco Antonio Giuliano, condivise dall’Assessore Eliana Malfeo – Ringrazio l’Ufficio Politiche Sociali e il personale comunale, egregi per velocità e precisione nel redigere dapprima il bando e successivamente l’elenco dei 297 nuclei familiari beneficiari di questo supporto“. Tuttavia sulla assegnazione dei buoni spesa, nelle settimane scorse è intervenuto il capogruppo di Giffoni Democratica Lucio Mancino, con una nota scritta indirizzata al sindaco. “Il sottoscritto Lucio Mancino, in qualità di Consigliere Comunale del Comune di Giffoni Valle Piana, espone quanto segue: premesso che in data 23 novembre 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 154 del 23 novembre 2020 recante: “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica; che in data 23 novembre 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 154 del 23 novembre 2020 recante: “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica: che in data 23 novembre 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 154 del 23 novembre 2020 recante: “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”; che, il suddetto Decreto all’art. 2 – “ Misure urgenti di solidarietà alimentare” prevede, al fine di consentire ai comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, l’istituzione di un fondo; che, il suddetto Decreto all’art. 2 consentire ai comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, l’istituzione di un fondo di 400 milioni di euro nel 2020, da erogare a ciascun comune; Misure urgenti di solidarietà alimentare” prevede, al fine di consentire ai comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, l’istituzione di un fondo di 400 milioni di euro nel 2020, da erogare a ciascun comune; considerato che durante la prima fase di erogazione dei buoni alimentari molti cittadini, soprattutto persone anziane, non avendo a disposizioni profili social (Facebook) e non potendo accedere al sito Istituzionale dell’Ente, non hanno potuto presentare domanda di erogazione dei buoni e che, in alcuni comuni del territorio picentino sono pervenute istanze con dichiarazioni mendaci che sono oggetto di indagini da parte delle forze di polizia e della magistratura, si invita a voler inserire nel bando obiettivi criteri di accesso al beneficio per garantire l’effettiva erogazione a persone realmente bisognose di aiuto, garantendo una corsia preferenziale a coloro che non godono di nessun aiuto da parte dello Stato e garantendo la massima pubblicità dell’avviso, anche attraverso l’affissione di manifesti, per dare la possibilità a tutti i cittadini di inoltrare richiesta. Distinti saluti”

Rispondi