I consigli della nutrizionista: l’anoressia

Dottoressa Alessandra Anna Serino

L’anoressia è un disturbo alimentare particolarmente grave. Chi ne soffre manifesta un’eccessiva perdita di peso, dovuta alla paura morbosa di ingrassare, anche se si è sottopeso. Si possono distinguere due forme di anoressia,  restrittiva in cui la perdita di peso è dovuta ad una dieta ferrea, digiuno ed un’eccessiva attività fisica. Quando alle condotte di restrizione dell’assunzione del cibo, si aggiungono episodi di abbuffate, alternate a condotte di eliminazione si parla di anoressia con bulimia.

L’incidenza dell’Anoressia è stimata essere di almeno 8 nuovi casi per 100.000 persone in un anno nel sesso femminile, mentre è compresa fra 0,02 e 1,4 nuovi casi per 100.000 persone in un anno nel sesso maschile.

I soggetti con anoressia nervosa possono pensare al cibo quasi tutto il giorno, non è raro infatti trovare soggetti con anoressia nervosa che amano cucinare per i familiari, parlare continuamente di cose da mangiare o leggere libri sulla composizione degli alimenti; inoltre, si possono sviluppare veri e propri rituali stereotipati inerenti il cibo, come contare le calorie, mangiare lentamente e sminuzzare il  cibo prima di ingerirlo. Per la cura dell’anoressia nervosa, si hanno a disposizione diversi tipi di trattamento, ciascuno focalizzato su aspetti specifici del problema e su modalità peculiari di intervento.
Il trattamento farmacologicoper l’anoressia nervosa mira soprattutto alla cura delle eventuali patologie psichiatriche associate (depressione maggioredisturbo ossessivo-compulsivo) e a correggere le disfunzioni organiche conseguenti alla denutrizione.

Il trattamento psicoterapeutico ad orientamento sistemico-relazionale, cerca di intervenire sul problema attraverso la modificazione delle relazioni familiari problematiche all’interno del sistema familiare; esso presuppone, dunque, che sia la famiglia ad essere sottoposta al trattamento. In casi di denutrizione molto grave è necessario il ricovero ospedaliero.

Dott.ssa Alessandra Anna Serino, Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia presso l’Università degli Studi di Salerno e perfezionata in “Nutrizione e Metabolismo” svolgo come libera professionista l’attività di Biologa Nutrizionista a Nocera Superiore (SA). “Entusiasta per professione, nutrizionista per passione”, sono convinta che la nutrizione possa curare la maggior parte dei disturbi e delle malattie. Scopri perchè nella mia rubrica settimanale!

Rispondi