Il derby della Vitale va all’Acquachiara

di Matteo Maiorano – Un antipasto play-off, un incrocio di ex, un derby d’alta classifica. Le premesse della sfida tra Arechi e Acquachiara suggellano le ansie e le tensioni di una classifica che inizia a farsi sempre più corta. La sfida della Vitale rivela le carte di due compagini costruite per essere protagoniste del raggruppamento sud e che sognano un posto tra le fab four per l’accesso in A1. Sfilza di ex in vasca alla Vitale: da Bencivenga a Lanfranco passando per Pasca, Saviano e Lamoglia, con tnata voglia di rivalsa. Agli archivi gli Europei di Budapest, che hanno segnato uno spartiacque per la stagione, le squadre mostrano gli artigli per portare a casa un successo che lancerebbe le ambizioni di una delle due squadre. A chiudere avanti il primo tempo sono i partenopei, che guadagnano il minimo vantaggio grazie alle reti di Aiello, Tozzi e Langiewicz. Timida reazione Invicti nei secondi otto minuti: i goal di Pasca e Spatuzzo rimettono in equilibrio la sfida ma Acquachiara è determinata a portare i tre punti a casa e risponde con Occhiello e Briganti. Il parziale non cambia nel terzo tempo, con Carpisa che spegne sul nascere la reazione salernitana. A 4 min e 01′ dell’ultima frazione la rete decisiva: è Briganti, in situazione di superiorità numerica, ad approfittare e dare margine al team acquachiarino. Il 9-12 finale rilancia la squadra partenopea, ora a meno 3 da Anzio, ma non muta le sorti della stagione dell’Arechi, che andrà a Roma sognando il secondo successo esterno del campionato.

*foto pagina Fb MondoAcquachiara

Rispondi