Il Futura Matera ricorda Marta Naddei

di Matteo Maiorano – Anche da un semplice sguardo siamo in grado di comprendere la bellezza delle persone. Carpirne i pregi, i sacrifici, la dedizione al lavoro. Ai dirigenti del Futura Matera, giunti a Salerno il 17 novembre scorso, è bastato uno scambio di idee per leggere nel cuore di Marta. Ne hanno fin da subito condiviso le passioni ed apprezzato la giornalista che, con la dirigenza, accolse con grande spirito di accoglienza il team materano. In occasione della gara di ritorno, giocata al Pala Campagna di Bernalda, il Futura Matera ha voluto ricordare Marta con una targa. Forte la sopresa per il direttore generale Antonio Peluso: “Sono stato avvicinato da Mario Braia, dg della formazione lucana, il quale ha richiesto la mia presenza al centro del rettangolo di gioco. Nel mentre, Braia ha spiegato che avevano istituito un momento per ricordare la nostra Marta. Sono stato colpito favorevolmente dal gesto, per nulla scontato di questi tempi, del Futura Matera. I biancazzurri sono stati i primi a mostrare la loro vicinanza nei riguardi dei colori granata. Nell’istante della consegna – ricorda Peluso – ho avvertito un cedimento emotivo”. Alla consegna della targa, per la quale la società rinnova i ringraziamenti agli amici lucani, gli atleti, visibilmente emozionati, si sono guardati negli occhi. I loro cuori parlavano la stessa lingua. In campo è scesa un singolo collettivo, guidato dall’obiettivo comune di ricordare Marta: “Davanti ai miei occhi sono emersi tanti ricordi: a Bernalda, presso il Pala Campagna, abbiamo fatto una delle ultime trasferte con la nostra cara Marta. La squadra ha pranzato al medesimo ristorante di qualche mese fa, quando venimmo a far visita alla Rasulo Edilizia. Accomodato al tavolo, ho avvertito la sua presenza, quasi fosse di fianco a me un commensale in più. E’ tuttora vicina a noi”. 
Al termine della sfida, vinta dagli ospiti per 6 reti a 2, Peluso ha ricevuto i complimenti da parte dei biancazzurri, che hanno augurato ai granata la salvezza senza passare per gli spareggi: “Noi proveremo a fare il massimo, l’obiettivo è proibitivo ma siamo abituati a dare il meglio di noi proprio nei momenti di difficoltà. L’amico Braia augura la permanenza diretta? Se la sua previsione sarà esatta, sarà lieto di offrire un caffè al dg materano”.

Il ricordo di Mario Braia

“Auguro all’Alma e ai suoi tifosi la salvezza”. Mario Braia, dg del Futura Matera, ha conosciuto Marta in occasione della gara d’andata giocata al PalaTulimieri. Della giornalista ha un ricordo nitido: “Persona in gamba, spontanea, accogliente. Ho apprezzato le sue doti professionali, durante la sfida abbiamo avuto modo di discutere di calcio a 5 ma non solo. Il giornalismo, sua grande passione, è stato il filo conduttore del dialogo, poiché da giovane mi dilettavo nella scrittura”. Il rapporto con la società è molto sentito in terra lucana: “Auguro all’Alma la permanenza in B. La categoria ha bisogno di società serie come quella granata”.

Rispondi