Il magic moment gialloblu: vittoria nel derby e quarto posto in classifica

di Matteo Maiorano – La Pallacanestro Salerno supera a pieni voti la prova verità contro Bellizzi. Il roster allenato da Mario Menduto ha trionfato al PalaSilvestri davanti a centinaia di sostenitori di fede gialloblu. La sfida, terminata con il risultato di 88-71, ha ridefinito le ambizioni salernitane. Il collettivo, autore di una prova maiuscola, sempre aver messo alle spalle un inizio di stagione difficile. Filippi, con 28 punti e 11 rimbalzi, è Mvp del PalaSilvestri. Da sottolineare anche la prova di Kochev e Balciunas (21 e 20 punti a referto) che, grazie soprattutto al tiro da tre punti trovano nelle ultime due frazioni di gioco il giusto ritmo per chiudere la partita. Mister Menduto analizza con la consuetà lucidità l’incontro, alzando l’asticella dell’attenzione in vista dei prossimi, ravvicinati, impegni.
Menduto, quello di domenica è un altro passo decisivo verso la qualificazione ai play-off?
“Senza dubbio la vittoria contro Bellizzi è molto importante ai fini della classifica, perché permette di agguantare il quarto posto, dando seguito al lavoro della settimana. Tuttavia, Irpinia e Catanzaro continuano a tenere un ritmo elevato, per cui non possiamo concederci nessun calo di attenzione”.
Qual è stato l’ago della bilancia del derby?
“È stata una partita bella da vedere, in cui gli attacchi hanno prevalso per gran parte della gara sulle difese. La differenza è stata fatta proprio dalla nostra difesa del terzo quarto: abbiamo prodotto dieci minuti di grande attenzione e applicazione e non a caso siamo riusciti a scavare il solco che ci ha permesso poi di vincere la gara”.
Quali saranno le maggiori insidie per i gialloblu da qui a qualche mese?
“Il nostro obiettivo ora è quello di continuare a crescere. Abbiamo cambiato diverse cose ed è normale essere in questo momento alla ricerca di nuovi equilibri.
Dobbiamo guardare gara per gara, sapendo che in questo campionato non c’è nulla di scontato. Puntiamo a vincerle tutte”.

Rispondi