IL MARKETING DELLA RIPARTENZA

Le nuove strategie della ricettività

di Daniela Pastore

L’impatto del Covid-19 sul sistema dell’ospitalità italiana è stato devastante. Sarà difficile recuperare un 2020 partito in ritardo e ancora sospeso tra mille incognite e incertezze, ma ancora di più riuscire a far sopravvivere il comparto del turismo in Italia che vale il 13% del PIL, circa 230 miliardi, e conta circa 3,5 milioni di addetti. Ma ora che siamo nella fase post emergenza le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere (B&B, affittacamere, countryhouse ed agriturismi) che hanno deciso con coraggio di riaprire sono alla ricerca di soluzioni per superare questo difficile momento. Bisogna ripartire con il piede giusto assumendo decisioni strategiche intelligenti vivacizzando tutte le attività di web marketing e attività di promozione ma soprattutto creando campagne pubblicitarie ad ok. La pubblicità della struttura in questi casi è la cura migliore per ricominciare anche se la paura molto spesso vince sulla razionalità ed il primo istinto in un momento difficile ci porta quasi sempre a ridurre le spese pubblicitarie, senza pensare che è l’errore più grave che si possa fare. Immaginate che quando state male non spendiate nulla per curarvi, ma vi nascondiate in casa senza parlare con nessuno. Purtroppo stare fermi equivale a non esistere nel panorama delle scelte possibili su dove trascorrere le nostre meritate vacanze! Quindi il consiglio più corretto è quello di non ridurre la spesa pubblicitaria ma modificarne magari le strategie e la comunicazione per cercare di cambiare le promozioni e i servizi offerti fino ad oggi al vostro mercato di riferimento. Ogni struttura ricettiva è alla ricerca di clienti stranieri ai quali vendere il prodotto turistico italiano. Ma in questa situazione il mercato interno probabilmente è invece quello più interessante sul quale puntare, e potrebbe rivelarsi il più redditizio e facile da raggiungere. Quindi, per quanto possibile, in questo momento vale la pena concentrarsi su investimenti mirati alla ricerca di clienti italiani preparando offerte “tarate” sui nostri desideri ed aspettative. Voi stessi potreste essere il cliente ideale e quindi capire cosa può funzionare e cosa no. La creatività è una delle armi vincenti nel creare proposte uniche e originali con tariffe speciali che ben si adattino anche a soggiorni brevi, acquistabili last minute. Un’altra cosa importante è quella di concentrarsi sulle politiche di cancellazione flessibili, perché i clienti abbiano la percezione e la certezza di poter disdire senza il rischio di perderci in qualsiasi momento. Questo aiuterà i potenziali clienti a prenotare con più tranquillità senza la paura di rischiare, proponendo formule con la possibilità di rinunciare a penali economiche per la modifica dei soggiorni dei prossimi mesi, e consentendo ai viaggiatori di riprogrammare, senza costi aggiuntivi, il loro soggiorno in altra data. Per contrastare le cancellazioni massive e generare nuove prenotazioni è importante dare il messaggio che la vostra struttura è attenta alla tutela della salute degli ospiti ed è seria perché garantisce tutte le misure sanitarie di prevenzione del contagio. Per trasmettere questo tipo di messaggi, che diano tranquillità all’acquisto di una vacanza in pieno relax e sicurezza, i mezzi più efficaci da utilizzare possono essere molteplici: e-mail rassicuranti e piene di informazioni dettagliate, foto dei luoghi belli e sicuri della location, articoli sul sito web, sms, testimonianze sui social network. Per creare una comunicazione efficace quindi la cosa importante è avere le idee chiare su quello che si vuole trasmettere e quello che si vuole fare. Sarà necessario tenere sempre sotto controllo la situazione della concorrenza e del mercato per essere pronti a riposizionarsi e riconvertirsi e predisporre in anticipo offerte ragionate e mirate, senza dequalificare struttura e servizi. Importante è non perdere fiducia in quello che si vende e si propone, dare coraggio a tutto il personale e collaboratori, trovare collaborazioni più strette con i vostri fornitori, studiare strategie specifiche e pacchetti unici. La concorrenza è uno dei termometri più reali che possiamo utilizzare per capire come sta reagendo il mercato a questa crisi inaspettata e non gestibile. Quindi occhio ai nostri concorrenti da tutta Italia e da tutto il mondo. Il mercato italiano è uno dei mercati più ambiti per il suo patrimonio culturale ed architettonico, per il suo cibo, per il suo territorio e per il suo clima, quindi sarà uno dei luoghi dove poter trascorrere una vacanza da sogno. E’ fondamentale monitorare l’andamento dei mercati internazionali, per poter intercettare quelli che saranno i primi mercati a ripartire. In questo modo si potranno attivare campagne specifiche nelle zone più interessanti e redditizie per intercettare i primi clienti ai quali poter proporre la nostra ospitalità in Italia, paese dalle mille bellezze.

Rispondi