La Carfagna lancia ‘Voce libera’, Forza Italia in subbuglio

di Andrea Pellegrino

Forza Italia è in subbuglio. La Carfagna lancia ‘Voce libera’ e attende, sostanzialmente, la telefonata di Silvio Berlusconi. L’ex ministro alle pari opportunità praticamente vorrebbe due cose: scardinare la candidatura di Stefano Caldoro ed evitare la sua. Insomma vorrebbe utilizzare lo stesso metodo imposto alle scorse elezioni politiche per la composizione delle liste nel collegio salernitano.

Allo stato attuale Stefano Caldoro è voluto da Berlusconi, da gran parte di Forza Italia, dalla Lega di Salvini e dai Fratelli d’Italia (che avevano anche un proprio candidato) ma non dal gruppo della Carfagna, con l’ex ministro che fonda un’associazione, non molla la casa azzurri ma strizza l’occhio praticamente a tutti: da Toti a Matteo Renzi.

La partita si gioca tutta tra le mura campane ma soprattutto nel fortino salernitano. Eppure la Carfagna avrebbe potuto chiudere immediatamente la partita candidandosi – come richiesto da più parti – a governatore della Campania. Alla fine il Cavaliere era stato chiaro: o la Carfagna o Caldoro, nessuna soluzione intermedia o nomi calati da una corrente o dall’altra.

Oggi c’è Voce Libera, preludio di una via di fuga nel caso in cui Berlusconi non molli la presa. Più che la Campania sullo sfondo ci sono le prossime elezioni politiche, soprattutto in vista dell’incertezza del Bis Conte, e della mancata successione in Forza Italia. Stando così le cose, la Carfagna non avrebbe più la stessa forza che spazzò via i caldoriani (e l’area Martusciello) alle scorse politiche per creare liste a sua immagine e somiglianza.

Inoltre a Salerno, suo comune di origine (dove è stata anche a capo di Forza Italia), la forza di De Luca è cresciuta e cresce, in particolare, non tanto per meriti deluchiani quanto per l’assenza di alternativa. Anche qui gli appelli a un impegno della Carfagna si sono sprecati nel corso degli anni. Ma l’ex ministro ha sempre preferito Roma. Così come ora. Ma i tempi sono cambiati ad Arcore e probabilmente da qui a breve la nuova scissione azzurra potrebbe essere realtà. 

Un pensiero su “La Carfagna lancia ‘Voce libera’, Forza Italia in subbuglio

  1. A voce libera
    https://www.repubblica.it/politica/2019/12/20/news/mara_carfagna_lancia_voce_libera-243939270/?ref=RHPPLF-BH-I243934688-C8-P13-S3.3-T1
    Con voce libera da ogni partito mi rivolgo a Mara Carfagna che ha lanciato Voce Libera insieme a Carlo Cottarelli.
    O bellissima Mara,
    la tua sarà davvero un’avventura bellissima, come dici, se avrai l’accortezza di mettere al primo punto del programma dell’associazione l’attuazione dell’articolo 49 della Costituzione, rimasto privo di leggi:
    Art.: 49 Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.
    L’onda sollevata dalle Sardine mostra che il momento è propizio. Carlo Cottarelli sarà l’amatissimo controllore dei conti dell’insieme nascente. Tu ti sei staccata dal Mediarca. Ti lodo per questa decisione che dà prova della tua maturità politica.
    Stai attenta! Se avrai l’accortezza di riconoscere subito la ferita delle ferite del nostro sistema politico nel vuoto legislativo perdurante dall’origine repubblicana sull’articolo 49, la tua avventura segnerà una rivoluzione benefica nel nostro sistema governante.
    Devi assumerti la responsabilità di promuovere la legge sul partito politico, con sanzioni per gli inadempienti. L’attività politica si eleverà alta fuori dalla sozzura corrente, si purificherà e diventerà pericolosissima per ogni attore. Chi sbaglierà pagherà perché il delitto politico diventerà un reato. I Giudici verranno armati di uno strumento capace di discernere la decisione legale da ogni abuso. Il segretario politico di un partito diventerà giudice interno al suo sistema, che cercherà di evitare ogni iscritto corrotto per non subire la gogna mediatica cancellatrice di voti.
    Dunque, tu, se sarai la segretaria di Voce Libera, con questo obiettivo starai attentissima a vagliare i nuovi iscritti perché consapevole di cavalcare un gruppo fortissimo solo nell’integrità dei suoi membri.
    Ti auguro di riconoscere ed adottare subito questa via.
    Buone Feste!

Rispondi