La Rari torna in vasca: sabato alla Vitale arriva Posillipo

Torna in vasca la Rari Nantes. I giallorossi, dopo lo stop forzato per via della sospensione delle attività agonistiche imposta dalla Fin, saranno subito impegnati in un altro scontro diretto per la salvezza. Ospite alla Vitale il Posillipo, in cerca di punti pesanti per la permanenza in massima serie.

Di seguito il comunicato ufficiale della Fin:

Preso atto del decreto del 1° marzo 2020 del Governo in materia di contenimento e gestione dell’emergenza Coronavirus e del successivo chiarimento diramato in data odierna dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri,

tutta l’attività federale, comprensiva di competizioni e manifestazioni sportive di ogni livello e dislocazione, si intende ripresa regolarmente in conformità alle disposizioni governative.

In particolare, nei comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’ è previsto, tra l’altro:

il divieto di accesso o di allontanamento dal territorio comunale;

la sospensione di manifestazioni, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso.

In particolare in Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, province di Pesaro-Urbino e Savona è previsto, tra l’altro:

la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati, a meno che non si svolgano “a porte chiuse”. Restano consentite le sessioni di allenamento degli atleti agonisti all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse e si raccomanda di adottare misure organizzative tali da garantire agli atleti la possibilità di rispettare, negli spogliatoi, la distanza tra loro di almeno un metro;

il divieto di trasferta organizzata dei tifosi residenti nelle stesse regioni e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona, per assistere a eventi e competizioni sportive che si svolgano nelle restanti regioni e province.

In particolare nella regione Lombardia e in provincia di Piacenza si applica, tra l’altro:

la misura della sospensione delle attività di palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori in relazione allo sport di base e all’attività motoria in genere.

Rispondi