L’appello di una giovane infermiera salernitana: «Vi prego restate a casa, qui in ospedale siamo al collasso»

«Sono un’infermiera che combatte in una trincea e che ogni giorno, ogni ora trascorsa dentro il mio ospedale assiste utenti/pazienti che hanno il Covid19, questo maledettissimo virus che fino ad una settimana fa anche noi sentivamo lontano».Inizia così ilracconto di Alessandra Luciano giovane infermiera salernitana che ormai da diversi anni, per questioni lavorative, vive a Desenzano del Garda.

Alessandra, attraverso i suoi canali social ha voluto lanciare un appello: «state a casa, vi prego», dice perchè, aggiunge poi «affrontiamo ore ed ore di turno con un camice, una maschera soffocante ed io che indosso gli occhiali per ore ed ore anche la condensa sul viso!Isolati senza nè mangiare nè bere perché non hai tempo! Ma non mi sto lamentando di come devo assistervi ma del fatto che siete in troppi e non sappiamo come dividervi e quali risorse utilizzare».

Una situazione di emergenza che ha portato letteralmente al collasso gli ospedali: «vi prego rimanete a casa! Voi che potete io invece stanca e distrutta devo andare comunque a lavoro! E adesso mi rivolgo anche a tutti i miei familiari, amici di Salerno, in Campania ma in tutto il resto dell’Italia dove ancora il contagio è attenuato! Rispettate la legge, cavolo per una volta rispettate la nostra e la vostra salute! Lo capite che in un attimo si presenta e lì ci sarà il delirio e se ancora non l’avete fatto preparatevi! Ora che potete , ora che avete tempo datevi una mossa».

Rispondi