L’atelier Diva: “Serve materiale per le mascherine”

L’appello della titolare dell’azienda salernitana che si è attivata in una lodevole iniziativa

L’Atelier Diva riapre le porte della sartoria di piazza Portanova e rimette in moto…le macchine da cucire. “Insieme si può fare molto di più”: sono le parole della “prima donna” Marianna Fierro, titolare dell’Atelier salernitano che ha messo a disposizione il suo tempo e la sua professionalità per cucire in questi giorni le mascherine in materiale TNT che sono state già consegnate all’interno dei reparti del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Un gesto che non è passato inosservato tra medici e infermieri. Ma Marianna Fierro e il suo staff vorrebbero fare molto di più. Infatti per poter continuare nell’attività di solidarietà la titolare lancia l’appello sui social: serve altro materiale (specialmente tessuto in TNT) che ora come ora risulta irreperibile tra fornitori. “Una goccia nel mare immenso può fare comunque tanto – ha dichiarato la titolare dello storico Atelier – vogliamo aiutare tutti gli operatori sanitari che in questo momento sono in prima linea per sconfiggere un mostro più grande di noi. Noi ci siamo e siamo scesi in corsia accanto a loro. Adesso per proseguire però abbiamo bisogno di altre goccioline in questo mare e chiunque abbia a disposizione materiale per far sì che vengano realizzati altri dispositivi di sicurezza può contattarci tramite i nostri canali Facebook (Atelier Diva Sposa) e Instagram (atelierdivasposa) o telefonicamente allo 089228569. Saremo felici di metterci ancora a disposizione e darci la mano, a distanza”

Rispondi