“Luigi Greco sia restituito ai suoi pazienti”

di Andrea De Simone

Il licenziamento del dottor Greco, stimato ed apprezzato professionista della nostra città, è un atto odioso e pericoloso. Crea paura, agitazione e tensione in un ambiente dove i responsabili politici ed amministrativi dovrebbero garantire un clima di distensione, serenità e fiducia.

In questo drammatico periodo di pandemia i medici e gli infermieri stanno dando grande prova di efficienza, umanità e strenuita’.

Sostenuti, incoraggiati ed applauditi in tutta Italia, mortificati e minacciati a Salerno.

Medici ed infermieri in questa guerra sono i nostri soldati.

Chi è in trincea in un momento difficile non può essere colpito alle spalle da chi dovrebbe stare sul campo di battaglia per garantire solidarietà e sostegno. In questi giorni abbiamo scelto il silenzio, per rispetto delle vittime ed dei loro familiari ed abbiamo lasciato lavorare chi doveva fare.

Ma si doveva fare meglio e di più. Senza perder tempo a gridare ed accusare. Medici ed infermieri sono stati lasciati per troppo tempo senza guanti, mascherine, camici e tamponi. Si potevano utilizzare strutture già esistenti, attrezzandole e dotandole di tutti gli strumenti necessari per i ricoveri. Si sarebbe potuto spendere di meno e fare scelte più tempestive.

Ci sarà un tempo per le verifiche.

Oggi bisogna riportare il sereno dove è stata scatenata una tempesta.

Si restituisca ai suoi pazienti un infettivologo di fama nazionale che si era reso disponibile a dare il suo valido contributo come solo un medico “vocato” sente di fare.

Rispondi