Nove casi in un giorno solo, Angri rischia di diventare “zona rossa”. La rabbia del sindaco Ferraioli

Nove nuovi casi di Covid-19 ad Angri registrati in un solo giorno. Da 21 dunque i contagi salgono a 30 anche se non si contano nuovi focolai e il sindaco, Cosimo Ferraioli, in prima linea per la lotta ai contagi, che ora conta anche sull’aiuto di 4 pattuglie dell’esercito oltre che all’impegno di carabinieri e polizia locale nel controllo del territorio, sbotta nella consueta diretta Facebook per aggiornare i suoi concittadini. Ferraioli dunque rivolge toni durissimi contro chi continua a mostrare “Un’ assoluta mancanza di rispetto”, per poi: “Mi aspetto, e sarebbe una sconfitta per tutti noi, che il governatore possa prendere provvedimenti nei confronti della nostra città, chiudendo Angri. Perché un’impennata che fa passare da 21 a 30 casi positivi senza nuovi focolai ovviamente desta sospetto in chi si occupa della sanità. Siamo stati catapultati agli onori della cronaca del Covid-19 e questo vanifica tutti i nostri sforzi fatti fin ora”. Adesso la città attende la decisione del governatore De Luca.

ar

Rispondi