Paola Valitutti: «Il nostro settore è ormai distrutto, siricomincia anche dalla letteratura»

di Erika Noschese

«Il nostro è un settore ormai distrutto». A lanciare l’allarme Paola Valitutti, guida turistica di professione e presidente dell’associazione Erchemperto che promuove la riscoperta delle radici storico-culturali del territorio campano, attraverso la valorizzazione del patrimonio ambientale, archeologico, architettonico e monumentale. «Il nostro settore è ormai distrutto. Io sono una persona molto positiva ma devo dire che noi non solo siamo distrutti ma non abbiamo prospettive immediate perché una casa vacanze, ad esempio, trova comunque una famiglia che la fitta ma chi vuoi che si metta in un gruppo con 20 persone, con il distanziamento sociale – ha dichiarato Paola Valitutti – Noi saremo gli ultimi a ripartire. Io penso che se tutto va benissimo, cominceremo a vedere qualcosa nell’estate 2021. Nell’ambito del turismo, le guide sono quelle che avranno una ripresa più tardi di tutti». L’associazione Erchemperto lavora soprattutto con il turismo estero: «ci sono italiani ma sono per lo più pensionati che nei mesi di ottobre e novembre decidono di fare un’escursione; però, il grosso noi ce l’abbiamo con il mercato estero, grazie agli spagnoli e ai sudamericani ma – dice ancora – Credo che il Paese che prima di tutti ricomincerà a viaggiare in Italia sono gli spagnoli». Il governo centrale, intanto, ha messo in campo degli aiuti, così come la Regione Campania ma la situazione resta comunque delicata. Ma le iniziative da mettere in campo non mancano, sempre nel rispetto delle distanze, in piccoli grupi ma soprattutto – sottolinea Paola Valitutti – dopo che saranno dati i permessi dal governo per invogliare le persone a visitare la città capoluogo, magari puntando sulla letteratura anche: «con il mio socio stiamo puntando su un segmento nuovo, l’idea chiara ce l’abbiamo così come il progetto». Si tratta, in sostanza, di un altro tipo di turismo, «molto tagliato sui piccoli gruppi, con delle proposte carine che non prevede l’entrata in luoghi piccoli ma dare suggestioni attraverso la letteratura». Un progetto che vede coinvolta non solo la presidente dell’associazione Erchemperto ma anche il socio, Paolo De Angelis, guida turistica di professione. «Stiamo ragionando più su questo che sul virtuale anche se stiamo comunque pubblicando, gratuitamente, delle piccole lezioni», ha aggiunto Paola Valitutti che, su come cambierà il mondo del turismo, taglia corto: «non ho idea di cosa potrebbe accadere, obiettivamente che si può fare? Solo sperare che ci sia una ripresa o sperare in un farmaco che possa essere il punto di svolta». Questo, tra l’altro, era il periodo di massimo lavoro per le guide turistiche e numerose sono gli appuntamenti che sono stati rinviati; le disdette, infatti, sono iniziate ad arrivare già verso i primi giorni di febbraio, soprattutto il mondo della scuola

Rispondi