Piero De Luca, Procida: “Grande opportunità per l’Isola e per la Campania”

di Maria Francesca Troisi

Il deputato dem Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Politiche europee della Camera, commenta la vittoria di Procida, designata come Capitale italiana della Cultura nel 2022.

“Splendida notizia oggi! Procida è stata designata Capitale Italiana della Cultura 2022. Un titolo meritatissimo per una località di enorme storia, valore e bellezza. Un riconoscimento importante che rappresenta una grande opportunità per l’Isola e per tutta la Campania”.

La notizia della vittoria di Procida è arrivata questa mattina, 18 gennaio, con l’annuncio via streaming del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini. All’isola il compito di far ripartire la cultura dopo la pandemia.

Erano dieci le città finaliste in corsa per il titolo. Si erano proposte (oltre Procida): Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila , Pieve di Soligo (Treviso), Taranto , Trapani , Verbania Lago Maggiore e Volterra. La giuria del Mibact, presieduta dal professor Baia Curioni, alla fine ha premiato l’isola campana.

Cosa va a Procida
Assegnato un contributo di 1 milione di euro, oltre all’esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilità.

Motivazione
Procida si candida a Capitale Italiana della Cultura perché la terra isolana è luogo di esplorazione, sperimentazione e conoscenza, è modello delle culture e metafora dell’uomo contemporaneo. Potenza di immaginario e concretezza di visione ci mostrano Procida come capitale esemplare di dinamiche relazionali, di pratiche di inclusione nonché di cura dei beni culturali e naturali. Il percorso che ha portato alla creazione e consegna del dossier di candidatura è una significativa esperienza di innovazione sociale, per la centralità di un modello di vita urbana attiva, orientata alla cultura e ai desideri della comunità. Procida è l’isola che non isola, laboratorio culturale di felicità sociale.

Rispondi