Renzi non molla. Sullo sfondo Franceschini premier

Dario Franceschini potrebbe essere la giusta mediazione tra il non voto e l’accordo tra i partiti senza ricorrere, dunque, ad un governo tecnico. Per l’esecutivo Conte sono ore complicate. Matteo Renzi non molla la presa e Rosato annuncia: “Abbiamo provato ad essere costruttivi anche nelle ultime settimane, presentando al presidente Conte due documenti con decine di pagine di proposte. Conte ha replicato sfidandovi in Parlamento. Se non avremo risposte Conte farà a meno dei voti di Italia Viva”.

La crisi, praticamente, sarebbe ad un passo e un Conte ter, al momento, sarebbe molto complesso, nonostante la composizione di un gruppo di ‘Responsabili’ (tra cui Sandra Lonardo, moglie di Clemente Mastella) pronto a sostenere l’attuale premier.

Oltre il voto (ipotesi più improbabile) nel caso di una crisi che considerata l’emergenza sanitaria dovrebbe essere lampo, si valuta un governo tecnico con Mario Draghi – rimasto in questi mesi alla finestra e in attesa – o di un esecutivo politico guidato dall’attuale ministro Franceschini.

Rispondi