Sabato in quarantena, la serata è sui social con “Giannimondo”

Saracinesche abbassate, luci spente, niente musica o brindisi con gli amici di sempre.

Terzo sabato sera tappati in casa per tanti giovani salernitani a causa dell’emergenza coronavirus.

Tutti a debita distanza, dunque, nel pieno rispetto delle regole, eppure non c’è da sentirsi soli grazie a “Giannimondo“, il format nato sui social da un’idea di Gianni Fiorito, 27enne salernitano, ex rappresentante degli studenti presso lo storico liceo “Tasso” di piazza San Francesco.

Gianni Fiorito

Con oltre mille seguaci connessi durante ogni diretta, “Giannimondo” è un’autentica community nata con l’obiettivo di riunire liceali, universitari e giovani lavoratori in queste giornate di quarantena.

Un calendario ricco di appuntamenti (dalla musica ai giochi di società, dalla poesia alla storia locale, fino al cinema e al teatro) sotto la direzione artistica, appunto, di Gianni Fiorito, che vede i giovani artisti salernitani allietare le serate dei loro coetanei in streaming sui principali social network come Facebook e Instagram.

Il format – spiega Fiorito – punta a dare senso e contenuti in tempi di quarantena, attraverso la riscoperta delle storie e delle leggende di Salerno, ma anche a sensibilizzare su grandi temi di attualità, per intrattenere e divertire, per aggregare e fare rete, con l’augurio di un futuro migliore”.

L’appuntamento, dunque, è per questa sera, alle ore 22 con il quiz “Chi vuol esser salernitano?” e “La Corrida – Salernitani allo sbaraglio”, allietata dalla musica di Antonio Saporito e Flavio Abate.

Al termine della serata, il consueto brindisi con l’hashtag #BrindoACasa

Gio.Nad.

Rispondi