Salernitana a Pisa, Casasola pareggia per un soffio. Castori: “Squadra che non molla”

CAMPIONATO SERIE B – 22^ GIORNATA

STADIO ARENA GARIBALDI – ROMEO ANCONETANI

PISA – SALERNITANA 2-2

PISA (4-3-3): Gori; Birindelli (45’ st Pisano), Caracciolo, Benedetti (1’ st Varnier), Beghetto; Gucher, De Vitis (36’ st Marin), Mazzitelli; Palombi (36’ st Soddimo), Marconi, Vido (27’st Siega). A disp: Perilli, Loria, Quaini, Mastinu, Meroni, Lisi, Marsura. All: L. D’Angelo.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Aya, Veseli; Casasola, Coulibaly (20’ st Cicerelli), Di Tacchio (38’ st A. Anderson), Kiyine (9’ st Capezzi), Jaroszynski (38’ st Dziczek); Tutino, Gondo (9’ st Djuric). A disp: Adamonis, Guerrieri, Sy, Schiavone, Boultam, Kristoffersen, Mantovani. All: F. Castori.

Arbitro: Prontera di Bologna (Margani/Sechi). IV uomo: Camplone di Pescara

Marcatori: 8’ st Mazzitelli (P), 28’ st Marconi (P), 31’ st Tutino (S), 93’ Casasola (S)

Ammoniti: Benedetti, Vido, Marin (P), Kiyine, Coulibaly, Casasola (S)

Angoli: 6-1

La Salernitana pareggia per un soffio e Casasola regala ai granata in trasferta un punto prezioso in ottica classica. Finisce 2 a 2 tra Pisa e Salernitana all’Arena Garibaldi con i toscani che non sono riusciti a mantenere il vantaggio iniziale guadagnato grazie ai due gol di Mazzitelli e Marconi ai quali rispondono (il solito) Tutino e allo scadere (93’) Tiago Casasola che approfitta di un errore avversario e mette la palla in rete con… dedica speciale: quella per sua moglie Carlotta che aspetta un bambino. “Quest’anno il campionato è molto equilibrato – ha dichiarato mister Castori al termine del match – Giocando con grande continuità ci possono essere delle situazioni di scompenso. L’incertezza regna sovrana, non bisogna meravigliarsi ma pensare ad essere costanti e a mantenere la condizione giusta. Quando non puoi vincere meglio pareggiare che perdere”. Poi l’analisi della partita: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, nella ripresa posso imputare ai ragazzi di aver subito gol su calcio piazzato, è stata una leggerezza. C’è stato un momento di sbandamento, il Pisa si è gasato ma anche dopo il raddoppio non ci siamo persi d’animo. Questa squadra non molla mai e vuole sempre portare a casa il risultato”.

Adesso la Salernitana non può fermarsi. Ad attenderla all’Arechi sabato alle ore 12 c’è il Vicenza dell’ex Lamin Jallow.

Rispondi