Si allarga la coalizione civica in campo alle amministrative 2021: “Questa città ha bisogno di cambiare aria, solo una civica può provare a vincere questa sfida”

“Solo due settimane fa sei consiglieri comunali di Salerno (Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Corrado Naddeo, Nico Mazzeo, Donato Pessolano e Giuseppe Vent inura) sono passati all’opposizione della giunta Napoli ed hanno creato un nuovo soggetto politico denominato “OLTRE”, avviando pubblicamente il percorso per la costruzione di una futura coalizione civica in vista delle prossime elezioni amministrative e lanciando un appello a tutte le energie e le risorse della collettività locale”. Con queste parole, Gianluca De Martino (Salerno in Comune), Margaret Cittadino (Salerno di Tutti) e Vincenzo Pedace (Adesso Salerno), annunciano l’adesione di altre due liste alla grande coalizione civica che scenderà in campo per le amministrative 2021 a Salerno. “Oggi altre due liste, dopo l’ adesione dello scorso lunedì da parte del Gruppo civico “Salerno in Comune”, rispondono positivamente a quell’appello: “Adesso Salerno” e “Salerno di Tutti”. Si ingrossano così le file del fronte – ha continuato – che sfiderà l’attuale amministrazione nelle prossime elezioni comunali ed è solo l’inizio, secondo gli interessati, di un percorso che ha l’obiettivo di coinvolgere tutte le realtà che vogliono archiviare il sistema di potere che governa Salerno. Questa città, dopo 28 anni, ha bisogno di cambiare aria, dichiarano, e soltanto una coalizione civica, in sintonia con i tanti bisogni di questa comunità, può candidarsi a vincere questa sfida. La scelta di queste tre liste segna evidentemente un cambio di passo verso la definizione degli schieramenti per le elezioni amministrative; era nell’aria, ma ora c’è la conferma: prende corpo per la prima volta una larga aggregazione in grado di rappresentare una reale alternativa per i cittadini salernitani. E tutto fa intendere che i prossimi mesi faranno registrare una inedita vivacità nel confronto politico, se è vero, come promettono i protagonisti, che ogni proposta per disegnare la Salerno dei prossimi anni nascerà con il coinvolgimento dei cittadini e avrà un riscontro nella sede istituzionale. A partire dal prossimo Consiglio Comunale”.

Rispondi