Si è insediato al comando del Nas di Napoli il tenente colonnello Alessandro Cisternino, già comandante della compagnia di Mercato San Severino

di Giovambattista Rescigno

Il tenente colonnello Alessandro Cisternino si è insediato al comando del Nucleo Anti Sofisticazioni dei Carabinieri di Napoli. Era nell’area l’avvicendamento del comandante della compagnia carabinieri di Mercato San Severino, un avvicendamento previsto nei primi mesi estivi, invece il cambio è giunto molto prima. Il Ten Col. Cisternino, giunse dieci anni fa a Mercato san Severino, col grado di capitano proveniente dalla Compagnia di Eboli, (SA) comando che aveva ereditato dal compianto Ten. Col Nobile Risi. Un comando lungo, quello di Mercato San Severino (SA) nel corso del quale il comandante uscente, è stato il trait d’union, tra la famiglia dell’Arma, e la popolazione del suo territorio, un territorio importante, anello di congiunzione tra la Valle dell’Irno, e l’Agro Nocerino Sarnese, tra la provincia di Salerno e quella di Avellino, territori, dove la criminalità, sia quella che spicciola che organizzata la fa da padrona. Ma Lui con il suo saper fare con le doti del comandante severo, va non burbero, giusto ed imparziale, ha saputo compattare i suoi uomini e dare in qualsiasi momento una risposta alla lotta alla delinquenza, creando quel rapporto confidenziale tra le persone oneste e l’Arma, convincendo con la sua affabilità, la popolazione da bene a collaborare anche nell’anonimato alla lotta a chi delinque. Ma ripercorriamo la carriera militare del Ten. Colonnello Cisternino, che operativamente iniziò in Campania a Castellammare di Stabia dove giunse da giovane Vice Brigadiere, quando dalla scuola sottufficiali si usciva col gallone cucito sulla manica della giacca e la fiamma d’argento sul berretto, i primi anni di servizio territoriale in una realtà sociale altamente provata dalla lotta armata tra clan rivali, che in quel periodo lasciarono una lunga scia di sangue, mentre la droga dilagava tra i giovani; una realtà che lo preparava a tutte le esperienze professionali; poi il concorso e la frequenza della scuola ufficiali di Roma, terminata la frequenza, a Frascati, poi Foggia e Cerignola al comando dei nuclei investigativi, poi il ritorno in Campania, alla Compagnia di Eboli . Il neo comandante Cisternino subentra al luogotenente Gennaro Guaragna che, come facente funzioni di comandante, ha guidato le attività del nucleo nell’ultimo periodo. 

Rispondi