Celano si dimette dalla Provincia; al suo posto Longo

di Mirko Cantarella Nel consiglio provinciale di Salerno, Roberto Celano ha rassegnato le dimissioni lasciando spazio al subentrante Valerio Longo, consigliere di Forza Italia del Comune di Battipaglia. Lo annuncia in un comunicato stampa che riportiamo di seguito: “Questa mattina ho proceduto a rassegnare formalmente le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Consigliere Provinciale. Intervenuti nuovi … Continua a leggere Celano si dimette dalla Provincia; al suo posto Longo

Martusciello: Va bene Caldoro ma attenzione a non commettere gli errori del 2015

"Quella di Caldoro è una candidatura che viene riproposta per la terza volta agli elettori e per essere vincente deve differenziarsi da quanto e' accaduto negli anni precedenti e soprattutto dagli errori commessi che ci fecero perdere nel 2015. Si vince cambiando volti e nomi dando credibilità' alle liste"". Cosi', in una nota, Fulvio Martusciello … Continua a leggere Martusciello: Va bene Caldoro ma attenzione a non commettere gli errori del 2015

Regionali: Gelmini, grande squadra, vera ripartenza per Italia

Il centrodestra trova la "quadra e candida una grande squadra: le regionali di settembre saranno la vera ripartenza democratica del Paese. Forza Caldoro, Fitto, Toti, Acquaroli, Ceccardi, Zaia… Riprendiamoci l'Italia". Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera

Primi nomi in campo per il Consiglio regionale della Campania.

di Andrea Pellegrino Circolano i primi nomi in campo per il Consiglio regionale della Campania. Liste affollatissime nell’area deluchiana, nel centrodestra, invece, si attende ancora l’indicazione del candidato governatore, che potrebbe avvenire nelle prossime ore. Il Pd salernitano parte dagli uscenti: Franco Picarone e Tommaso Amabile. Ritornano Simone Valiante ed Anna Petrone. In lista ancora, … Continua a leggere Primi nomi in campo per il Consiglio regionale della Campania.

Destra, dove sei?

Ma la destra dov’è? Sì, lo so, vado controcorrente rispetto al tormentone social che da un po’ di mesi ci tortura con la frase, messa lì ironicamente sotto post di ogni tipo, “e il Pd?”. Ma la domanda è seria e trova la sua ragione nella situazione ibrida che vede la Lega ormai in rottura con Forza Italia in buona parte dei contesti territoriali locali.