Campioni del mondo sui kart di Sarno [GALLERY]

Dal 1993 è la fucina dei campioni del mondo. Se sei un pilota automobilistico professionista, devi essere per forza passato per il circuito internazionale di Napoli. Tra l’asfalto e i kart che scaldano l’animo degli appassionati si sono fatti le ossa alcuni tra i più grandi campioni del panorama mondiale. Un percorso non casuale da quando l’idea e la passione di Giuseppe Sorrentino si è concretizzata dando vita al motor park sarnese, un’eccellenza tutta italiana. Claudio Ciccone, che cura la comunicazione del circuito, ha parlato dei programmi presenti e futuri, facendo una panoramica storica su quello che il circuito era e ha rappresentato per le quattro ruote.

Il simbolo dello sport? Un cantiere arrugginito [GALLERY]

Prima avrebbe dovuto essere PalaSalerno, poi Cittadella dello Sport. Ad oggi non è ancora nulla, se non quello che è stato negli ultimi dieci anni: un inutile scheletro di cemento. È ancora lì, a pochi passi dal multisala The Space e dallo stadio Arechi, protetto dal suo fortino di rifiuti e sterpaglie.

Zona industriale fantasma: i resti di una Salerno che non c’è più

Era il cuore pulsante dell’economia salernitana. Oggi, di quell’area che era il motore della città, è rimasto solo il nome: zona industriale. Zona industriale dove non c’è quasi più nessuna industria ma diversi centri commerciali, negozi e, oggi, anche numerose pizzerie.

[GALLERY] Fedelissime, storie di un tifo tutto in rosa…

Verso il centenario con un cuore granata e le sfumature in rosa. Il 19 giugno 1919 quella “donna” che è la Salernitana e che spegnerà 100 candeline. A preparare la torta quest’anno ci sono anche Le Fedelissime, quelle donne che per amore della maglia granata fondarono nel lontano 1985, lontane dagli stereotipi che vedevano il calcio come un sport tutto al maschile, il gruppo che seguì e che ancora segue la squadra della città di Salerno.